Festa del Papà: un po’ di storia e qualche idea

La Festa del Papà è un’occasione importante per farvi festeggiare da vostro figlio!

Ci siamo: è la Festa del Papà, o quasi!

bimba abbraccia il papà

Sì ma prima di pensare a cosa fare, come organizzare i festeggiamenti, come rendere questo giorno speciale ancora più speciale, un po’ di storia: da dove viene questa tradizione?

Come prima cosa c’è da dire che la Festa del Papà non viene celebrata lo stesso giorno in tutti i paesi del mondo:

  • nei paesi a tradizione cattolica la festa cade il 19 Marzo, giorno di S. Giuseppe, padre di Gesù;
  • alcuni paesi seguono invece la tradizione americana, che fissa la festa durante la terza settimana del mese di giugno.

Nel nostro Paese, poiché la festa è associata alla figura di S. Giuseppe, santo protettore degli orfani e delle donne nubili, vi sono regioni in che per tradizione si invitano dei poveri per pranzo, alla propria tavola.

La festa coincide anche con un periodo particolare dell’anno, quello che prelude al raccolto, per questo in alcune tradizioni vengono accesi falò, e fatti dei riti di buon augurio, a segnalare la fine dell’inverno e l’arrivo della primavera.

Dopo questa infarinatura di storia, ecco i nostri consigli su come passare una divertente e piacevole Festa del Papà:

  • ciò che è importante non è tanto fare un regalo al papà, ma che il regalo sia fatto dai bambini, cioè che questa occasione di festa si trasformi per loro nella possibilità, attraverso la creatività, di esprimere l’amore per il papà,
  • non è importante neppure il risultato, ma ciò che rappresenta, sia per i bambini che lo “producono”, che per i papà che lo ricevono.

Tra i possibili regali, vediamone qualcuno carino e poco impegnativo:

  • primo fra tutti, e sempre di grande effetto, è il classico biglietto di auguri, un biglietto che i bambini possono confezionare con le loro mani, divertendosi con la carta e i colori, disegnando il proprio papà o ciò che preferiscono, con  associata una dedica;
  • per i più creativi, un altro bel pensiero può essere quello di fabbricare una piccola cornicetta ( magari rivestendo una vecchia cornice, o approfittando per reinventare qualche oggetto per l’occasione) in cui inserire la foto di tutta la famiglia, o anche solo del bimbo;
  • un’idea divertente, poiché la tradizione vuole che per l’occasione si mangino dei dolci chiamati bignè di San Giuseppe,  potrebbe essere quella di comperare dei bignè già fatti (fritti o al forno) in  pasticceria, ma vuoti, e  preparare la crema pasticcera in casa, procurarsi lo zucchero a velo e farvi aiutare dai bambini con un sac a poche ( se non lo avete in casa si può fabbricare facilmente con un sacchetto di quelli per la conservazione dei surgelati, tagliandogli un angolo) a riempire i bignè, una spolverata di zucchero a velo ed ecco pronti i dolci della festa;
  • se poi è in programma una serata speciale, sarà divertente per i bimbi partecipare all’abbellimento della tavola magari disegnando dei segnaposto, oppure lasciando decidere loro come apparecchiare e decorare la tavola;
  • se i bambini invece sono abili manipolatori, un’idea divertente potrebbe essere quella di far fare un regalo per il papà con la pasta di sale e poi farglielo colorare! Se avete bisogno di consigli per la pasta di sale, ecco un post adatto a voi;
  • se i vostri bimbi, infine, se la cavano con l’arte drammatica, c’è sempre la possibilità di far imparare loro una filastrocca o piccola poesia da dedicare al loro papà! Se vi manca l’ispirazione ecco qualche utile esempio!

Ora non resta che augurarvi una buona Festa del Papà! 🙂

Firma: Gioia Salvatori

Notizie Correlate

Commenta