Guida Primo Trimestre



Hai scoperto di essere in dolce attesa e da qui a qualche mese la tua vita cambierà radicalmente, tutto il tuo mondo girerà intorno al tuo bimbo. I primi giorni e, in genere, i primi mesi sono quelli più difficili da gestire sia a livello fisico che mentale. Tante saranno le preoccupazioni e tante anche le cose da fare, scopriamo insieme cosa fare nel primo trimestre di gravidanza.

Primo trimestre di gravidanza, ecco cosa fare

Ecco alcuni utili consigli su tutto ciò che è indispensabile fare nei primi mesi di gravidanza, una sorta di vademecum su cosa fare per affrontare al meglio la gestazione.

1. Smetti di fumare

Hai appena fatto il test di gravidanza e hai scoperto di essere incinta, se fumi ricorda che da adesso non devi più pensare alla tua salute quanto, invece, a quella del tuo piccolo. Devi proteggerlo e salvaguardarlo da tutto ciò che è nocivo ragion per cui è meglio evitare di fumare. Chissà, magari è la volta buona che ci riesci. Lo hai detto e pensato tante volte di voler smettere e non ci sei mai riuscita. Forza, basta volerlo!!!

2. Prendi acido folico

Il tuo medico curante, prima ancora del ginecologo e/o dell’ostetrica, ti consiglierà alcune norme da seguire per affrontare al meglio la gravidanza. Ti prescriverà:

  • l’acido folico, la proteina che previene problemi al tubo neurale da dove si sviluppano il cervello e il midollo,
  • il ferro, utile per evitare anemia a mamma e a figlio se si è a rischio
  • le proteine, necessarie per creare nuovi tessuti
  • il calcio, indispensabile per un ottimale sviluppo di ossa e denti del nascituro.

3. Prendi appuntamento con il ginecologo

Il tuo ginecologo, quello da te prescelto, ti prescriverà gli esami di routine da fare per controllare che tutto proceda nel migliore dei modi e ti indicherà un corretto regime alimentare privo di alcuni cibi da evitare poiché considerati “rischiosi” per mamma e figlio:

  • formaggi a pasta molle derivati da latte crudo e muffe (gorgonzola, brie, ecc.);
  • paté (inclusi quelli di verdura);
  • fegato e prodotti derivati;
  • cibi pronti crudi o semicrudi;
  • carne cruda;
  • insaccati;
  • frutti di mare crudi;
  • pesce con un’alta quantità di mercurio, come il tonno o il pesce spada;
  • latte crudo non pastorizzato.

Ecco gli esami che, in linea di massima, il tuo ginecologo di prescriverà:

  • emocromo,
  • enzimi del fegato,
  • glicemia, per misurare la quantità di zucchero nel sangue,
  • creatinina, per valutare il funzionamento dei reni,
  • epatite C,
  • HIV,
  • Sifilide,
  • Toxoplasmosi,
  • Rosolia,
  • Test di Coombs, necessario per valutare la presenza di anticorpi in grado di attaccare e distruggere i globuli rossi

4. Cura l’igiene personale

Adesso più che mai è indispensabile seguire una corretta igiene personale, lava le parti intime con un detergente neutro non aggressivo per evitare probabili infezioni o micosi difficile da debellare. Cura anche l’igiene orale lavando spesso i tuoi denti. Le gengive durante la gravidanza tendono a essere più sensibili e soggette a infezioni, definite proprio gengiviti della gravidanza.

5. Evita le cure mediche fai da te

Per l’intera gravidanza è meglio evitare di assumere farmaci tanto più se assunti senza alcuna prescrizione.

6. Mangia spesso per evitare le nausee

Soprattutto nel primo trimestre sarai preda di nausea, per evitare quanto più possibile tale malessere prova a fare piccoli spuntini durante l’arco della giornata prediligendo cibi secchi come cracker, biscotti o grissini e comunque privi di grassi. Chiaramente se le stesse nausee sono davvero dure da tollerare rivolgiti al tuo medico curante che ti tranquillizzerà e ti indicherà cosa fare per scongiurare qualsiasi altro tipo di problematica.

7. Non sottovalutare alcuni campanelli d’allarme

Se noti delle perdite di sangue e avverti crampi o fitte all’addome recati dal tuo medico e faglielo presente, lo stesso medico valuterà la situazione e, nel caso, ti invierà in Pronto Soccorso per sottoporti a controlli e scongiurare eventuali problematiche.

8. Segna sul calendario le visite mediche

Ricordati di segnare, a caratteri cubitali e ben evidenti, sul calendario le date più importanti della gravidanza, quelle in cui devi sottoporti a visite di controllo o fare prelievi del sangue. Per evitare di perdere qualche cosa puoi prendere spunto dal nostro Calendario delle visite mediche nella gravidanza.

9. Tieni sotto controllo la tua pressione

E già tante donne, durante la gravidanza, hanno maggiori probabilità di ammalarsi di diabete gestazionale, una complicanza della gravidanza che può essere pericolosa per mamma e figlio. Ecco alcuni sintomi che potrebbero essere un vero e proprio campanello d’allarme in seguito al quale è necessario recarsi dal proprio medico curante o dal ginecologo:

  • aumento della sete,
  • aumento ingiustificato dell’urina prodotta,
  • calo di peso immotivato,
  • nausea e vomito persistenti,
  • infezioni continue alle vie urinarie (cistite, candida, e via dicendo)
  • disturbi alla vista.

E questi alcuni dei fattori che mettono la gestante a rischio:

  • parenti con diabete,
  • obesità,
  • precedente gravidanza con diabete gestazionale
  • età superiore ai 35 anni,
  • ipertensione arteriosa.

10. Vivi a contatto con la natura e conduci una vita sana

E già, vivere a contatto con la natura e gli ambienti salubri favoriscono il tuo e soprattutto il suo benessere, evita gli ambienti sovraffollati e ricchi di fumo, il fumo passivo è ancora più nocivo. Fai lunghe passeggiate all’aria aperta e in mezzo agli alberi e lontano dallo smog cittadino. Cerca di riposare quanto più possibile e ricorda che da qui a qualche mese non avrai più tanto tempo per poterlo fare. Cerca di evitare situazioni che potrebbero provocarti stress e non bere alcolici, il tuo bimbo te ne sarà grato in eterno.

E tu unimamma sei pronta ad affrontare la gravidanza? Attraverserai sicuramente momenti di ansia e di preoccupazione ma vivi questi mesi appieno, fatti coccolare e coccolati, goditi ogni singolo momento. Ti emozionerai alla prima ecografia e quando sentirai il suo cuoricino. Ti mancherà il respiro quando sentirai il tuo bimbo muoversi in grembo e piangerai quando lo stringerai al tuo petto. Potrai avere altre gravidanze ma ognuna sarà diversa dalle altre, per cui vivila in tutta serenità anche se con la nausea che diventerà tua compagna di viaggio e miliardi di interrogativi. Tranquilla, andrà tutto bene. Buona gravidanza!

Guida Primo Trimestre

Commenta

Notizie Correlate