I bambini con la testa grande sono più intelligenti secondo la scienza

Uno studio condotto su mezzo milione di persone ha indagato il legame tra la dimensione della testa e le abilità cognitive.

mom measures the size of the head of a babyGli studiosi continuano a interrogarsi su come determinate predisposizioni fisiche possano influenzare la nostra vita.

Bambini con la testa grande: cosa dice la scienza

Una ricerca pubblicata sul Nature journal Molecular Psychiatry ha riscontrato un legame tra la circonferenza della testa dei bambini e le abilità cognitive nel corso dell’infanzia.

I vari partecipanti, nel numero di mezzo milione, sono stati osservati nei loro ragionamenti numerici e verbali, nelle reazioni al tempo, nei traguardi mnemonici ed educativi.

  • l’età dei partecipanti andava tra i 40 e i 73 anni

I test verbali e numerici includevano domande a risposta multipla con un tempo prestabilito di 2 minuti per la risposta.

Per quanto riguarda invece quelli di reazione al tempo venivano mostrate carte con simboli sullo schermo di un pc, i partecipanti dovevano cliccare un bottone se notavano una corrispondenza.

Il test di memoria si basava sul guardare una griglia di 12 carte con 6 paia di simboli combacianti per 5 secondi. I simboli erano nascosti e i partecipanti dovevano fare gli accoppiamenti usando la memoria e nel minor tempo possibile.

Per quanto riguarda i traguardi educativi è stato chiesto il grado di istruzione.

“Oltre alla condivisione di influenze genetiche tra abilità cognitive e alcuni stati di salute fisica e mentale, lo studio ha dimostrato che le abilità cognitive condividono influenze genetiche con la dimensione della testa, la forma del corpo e i traguardi educativi” ha sottolineato sul Daily Mail il professor Ian Deary, a capo dello studio.

Gli scienziati hanno osservato 17 geni che influenzano le funzioni del cervello e la salute fisica e mentale.

Addirittura si può prevedere quanto è probabile che il piccolo vada all’università a seconda del DNA.

Queste nuove evidenze prendono spunto da uno studio, condotto dalla stessa squadra, secondo il quale le persone intelligenti sarebbero più sane.

Questo dipenderebbe da un legame genetico tra come i nostri corpi gestiscono la malattia e l’intelligenza.

Per questo studio sono state considerate 100 mila persone.

I risultati dei test mentali sono stati confrontati con la malattia e le abilità di pensiero condivise con le stesse influenze genetiche.

Unimamme e voi cosa ne pensate di questi risultati?

Noi vi lasciamo con uno studio secondo cui leggere ai bimbi aiuta a sviluppare il loro cervello.

Firma: Maria Sole Bosaia

Notizie Correlate

Commenta