Il potere del contatto fisico nelle relazioni

Toccare una persona può avere effetti più potenti del contatto verbale o emotivo, e rende le persone possessive.

Il contatto gioca un ruolo fondamentale nel generare e nell’accrescere l’amore.

Lo abbiamo visto con i bambini e ne abbiamo parlato anche in relazione al modo in cui dorme una coppia. Sappiamo che le  persone vivono relazioni più soddisfacenti se il contatto fisico è una parte significativa del tempo trascorso insieme.

abbraccio

Alberto Galles e Charles Spence, studiosi di neuroscienze e comportamento,hanno effettuato una revisione degli studi sul contatto effettuati negli ultimi anni descrivendone gli effetti positivi.

  • Spesso gli ospiti delle case di riposo si sentono scarsamente apprezzati per via della mancanza di contatto fisico.
  • I clienti rispondono positivamente in misura maggiore alle richieste di acquisto se vengono toccati da un commesso.
  • Le persone sono più inclini a restituire una moneta trovata nella cabina se la persona precedente li ha toccati uscendo.
  • I conducenti degli autobus sono più disposti a concedere una corsa gratuita se il richiedente ha avuto un contatto fisico con loro.
  • Le persone offrono le proprie sigarette con più facilità se la richiesta avviene allo stesso momento del tocco.

Galles e Spence sostengono in un articolo di psychologytoday.com che anche il più breve tocco può generare forti emozioni e che esistono molte differenze tra le culture:

  • il tipico saluto italiano dei baci sulle guance non è così comune in Nord Europa
  • generalmente anche in Asia il contatto fisico è minore
  • in Giappone il saluto è un inchino e non prevede nessun contatto.

Il contatto negativo

Non sempre però il contatto è percepito come qualcosa di positivo: proprio perché la risposta emotiva è maggiore in presenza di contatto, le persone considerano una vicinanza non desiderata molto più negativamente di un attacco verbale. Ovviamente questo effetto cambia in relazione all’età, alla relazione che intercorre tra le due persone e alla parte toccata. Per esempio toccare il viso è considerato molto inappropriato, mentre un semplice tocco sulla spalla è concesso anche agli estranei.

Il contatto romantico

Il contatto è fondamentale invece per creare e rafforzare un sentimento d’amore. La risoluzione di un conflitto è più semplice se si cerca il contatto fisico.

Persone a contatto col proprio partner hanno valori meno alti di stress, ma vale anche per relazioni non d’amore: una carezza o un abbraccio hanno effetti positivi in ogni caso. Il contatto visivo è importante, ma quello fisico ne moltiplica gli effetti.

Il contatto online

Potrebbe sembrare un controsenso sentendo le numerose testimonianze di storie e relazioni online. Dov’è il contatto in quei casi? Eppure sono in molti a dichiarare che i loro amanti online sanno toccare il loro corpo attraverso la mente meglio dei reali. L’importanza del contatto viene fuori proprio da questo: dalla capacità di sentire comunque un contatto fisico passando attraverso le parole.

Perché toccare il tuo amante è proibito?

Puoi toccare mio marito, ma non toccare il mio amante“. Questa frase di una donna sposata mostra molto chiaramente la forte possessività che il contatto genera. La scelta di sposarsi può essere avvenuta anni prima, l’amante è un presente. Si può sempre pensare che si resti insieme al proprio marito per coerenza, che la scelta sia più sicura, ma l’amante è un possesso che va ribadito continuamente e genera maggiore ansia. Il contatto con un’altra persona riduce questa sicurezza.

un uomo e una donna ridono insieme

Il segreto per risolvere e meglio interpretare questo conflitto è rinunciare al concetto di esclusività, ma puntare all’unicità. La prima riduce, restringe e imprigiona la vita altrui. La seconda esalta le qualità che sono proprie di ogni rapporto.

E voi unimamma, credete nel potere del contatto?

Firma: Stefano

Notizie Correlate

Commenta