In gravidanza è consigliabile iniziare a fare sport: non solo per la mamma

Nuovi studi mostrano i benefici dello sport in gravidanza, anche per le mamme che non ne hanno fatto prima.

sport in gravidanza

Durante la gravidanza una mamma si chiede se fare esercizio fisico possa farle bene e soprattutto quanto e come dovrebbe farne per avere dei benefici.

Sport in gravidanza: uno studio

Ora i medici raccomandano alle donne di fare sport in maniera regolare, mentre prima si sconsigliava alle mamme di fare esercizio fisico se già non lo facevano in precedenza, recenti ricerche ribaltano completamente le precedenti convinzioni.

Secondo i risultati di uno studio pubblicato sul Journal of the American Medical Association ci sono numerosi effetti positivi per le donne che fanno sport in gravidanza e, anzi, la gestazione può essere il momento giusto per compiere un cambiamento di stile di vita.

Tra i benefici dell’esercizio in gravidanza vengono riportati:

  • prevenire l’aumento di peso, cosa che non va sottovalutata perché potrebbe condurre a serie complicazioni,
  • diminuire le probabilità di parto cesareo
  • prevenire l’ipertensione
  • prevenire problemi al perineo e di incontinenza urinaria
  • prevenire problemi respiratori nei neonati.

A tutto questo si aggiungono benefici sulla salute muscolare e cardiovascolare.

Un altro mito da abbattere è quello per cui le mamme con pressione alta cronica del sangue, così come quelle obese o sovrappeso dovrebbero astenersi dall’esercizio fisico in gravidanza. Anzi, è vero il contrario.

Circa il momento per iniziare, si parla di fine primo trimestre (settimane 8-13) o secondo trimestre fino alla fine della gravidanza.

Ad ogni modo le mamme non avvezze agli sport non devono esagerare con gli sforzi: secondo l’American College of Obstetricians and Gynecologists 20-30 minuti di esercizi aerobici di modesta intensità nella maggior parte dei giorni, sarebbero sufficienti.

Bisogna sottolineare che un esercizio fisico troppo intenso può condurre a disidratazione e dirottare il flusso sanguigno dalla placenta ai muscoli.

Per questo si sconsigliano gli esercizi che fanno pompare il cuore al 90% o più dei batti massimi al minuto.

Inoltre le mamme in attesa non dovrebbero correre per lunghe distanze e sollevare cose pesanti.

Tipologie di attività consigliate sono: cyclette, ginnastica in acqua, danza aerobica.

Sport che richiedono alle mamme di stare sulla schiena nel secondo trimestre andrebbero evitati.

Lo sport può essere pericoloso in caso di:

  • sanguinamento persistente
  • malattie cardiache
  • severa anemia
  • rischio di parto prematuro

Unimamme, voi cosa ne pensate di questa opinione pubblicata su Jama?

Noi vi lasciamo con una ricerca secondo cui lo sport in gravidanza diminuisce i problemi di cuore per i bambini.

Firma: Maria Sole Bosaia

Notizie Correlate

Commenta