Il padre è malato di cancro e la figlia decide di aiutarlo con il suo latte

Una mamma dona il latte materno a suo padre per aiutarlo nella lotta contro il cancro. Una storia straordinaria.

Jill Turner con suo padre (Mirror/Photo: Caters)

Una mamma dona il latte per una causa nobile: aiutare suo padre a sconfiggere il cancro. Una storia insolita che viene dal Regno Unito.

Mamma dona il latte materno a suo padre malato di cancro

latte materno contro il cancroLei si chiama Jill Turner, ha 30 anni e vive a Rugby, nel Warwickshire. Lo scorso ottobre è diventata mamma di un bambino, Llewyn, ed è stata così fortunata da avere latte in abbondanza. Così ha deciso di donarne parte a suo padre, Fred Whitelaw, 64 anni, per aiutarlo a sconfiggere il cancro.

Alcune ricerche, infatti, avrebbero dimostrato che il latte materno aiuta ad eliminare le cellule cancerose. Jill spera che con il suo latte il padre possa guarire dal cancro.

Così alla mattina a colazione, l’uomo beve il latte materno di sua figlia con il caffè. All’inizio, a dire il vero, Fred Whitelaw era stato un po’ esitante, ma poiché non aveva nulla da perdere ha accettato l’esperimento.

Jill, che lavora come assistente nel servizio sanitario britannico, è rimasta sconvolta quando ha saputo che suo padre si era ammalato di cancro. Ha deciso che lo avrebbe aiutato in tutti i modi e si è messa a fare alcune ricerche online. Quando ha trovato un articolo sugli usi alternativi del latte materno, ha avuto un’illuminazione. Da qui la decisione di donare il suo latte al padre.

Non solo, Jill è rimasta talmente entusiasta del potere curativo del latte materno che lo ha dato anche a suo marito Kyle, da applicare su un eczema, e per curare la congiuntivite del figlioletto Llewyn.

Fred Whitelaw ha scoperto di essere malato di cancro all’intestino nel 2015. Si era sottoposto ad una terapia che lo aveva eliminato, poi il tumore è tornato. È seguito un altro periodo di cure, tra intervento chirurgico e chemioterapia. L’intervento è andato bene, ma non tutte le cellule cancerose sono state rimosse. Ha spiegato Jill al Mirror, che ha raccontato questa straordinaria storia. Sono seguiti diversi cicli di chemioterapia. Il padre di Jill ha reagito bene alle cura, ma è ancora troppo presto per cantare vittoria sul tumore.

Nel frattempo Fred ha bevuto il latte della figlia, mescolandolo con il caffè. La giovane mamma ha raccontato che tutti in famiglia sono stati collaborativi. Anche se all’inizio non credevano che Fred avrebbe accettato di bere il latte della figlia. La madre di Jill ha comperato un frigorifero da tavolo dove Jill mette le bottigliette del latte per il padre, con la data di scadenza. Perché il latte materno, in frigo dura al massimo otto giorni.

Jill ha spiegato di aver preso un doppio tiralatte per prenderne abbastanza per il padre, dando ovviamente la precedenza al figlioletto. Fred finora ha bevuto il latte della figlia per un mese. Ancora la famiglia non sa se ha avuto effetto. Fred si sottoporrà a nuovi prelievi del sangue nelle prossime settimane.

La giovane mamma è una fiera sostenitrice dell’allattamento al seno e vuole promuoverne anche gli altri usi benefici. Ha raccontato delle ricerche fatte su questi effetti, spiegando che uno scienziato in Europa avrebbe scoperto una proteina nel latte materno che uccide le cellule cancerose senza danneggiare le altre. La ricerca è ancora gli inizi e per il momento si va avanti solo per tentativi.

Intanto Jill e suo padre Fred hanno provato a sperimentare gli effetti del latte materno sul cancro. La risposta la conosceranno presto, alla prossima visita di Fred dall’oncologo.

E voi unimamme che ne pensate? Non è questa una storia straordinaria di amore e solidarietà familiare? Noi intanto facciamo gli auguri a questa splendida famiglia.

Vi ricordiamo il nostro articolo sui benefici dell’allattamento al seno per la salute di mamma e bambino.

VIDEO: spremitura del latte. Ministero della Salute

Firma: valeria bellagamba

Notizie Correlate

Commenta