“Attenzione qui i bambini giocano ancora per strada”: un esempio da imitare

Esiste un paese in Trentino dove i bambini e il loro diritto al gioco è fondamentale: per questo è diventato un esempio virtuoso.

Una volta i bambini uscivano sempre all’aria aperta: giocavano nei cortili, si rincorrevano, c’erano urla e schiamazzi a tutte le ore. Era bello e naturale. Poi con il passare del tempo – e l’avvento della tecnologia –  i bimbi stanno molto più spesso in casa, forse anche perché  sono percepiti più forti tutti i potenziali pericoli in cui si può cadere.

Esiste invece un paese del Trentino in cui i bambino possono non soltanto uscire per strada e giocare, ma anche vengono incoraggiati a farlo.

Il paese dove i bambini possono giocare per strada: è ancora possibile!

sfruz giocare per stradaSfruz, un paese del Trentino, infatti, c’è un cartello all’ingresso che recita: “Attenzione, rallentare. In questo paese i bambini ancora giocano per strada”. Si tratta di una proposta fatta da un assessore, mamma di due bambini, che ha riconosciuto l’importanza dell’aggregazione e del gioco e il sindaco, Andrea Biasi, l’ha subito accolta, come si legge sulla Voce del Trentino.

A Sfruz non soltanto i bambini sono cittadini come gli altri, ma vengono appunto tenuti molto in considerazione, anche perché sono davvero numerosi (d’altronde il numero degli abitanti è di 334). Se qualcuno li rimprovera, rispondono che sono bambini e che stanno giocando, lasciando a bocca aperta turisti e gli stessi adulti magari abituati a vedere i propri pargoli davanti a tablet o alla televisione.

Oltre al gioco, qui i bambini partecipano ad altre attività sempre all’aperto come l’orto o la fattoria didattica. Ci sono poi due parchi giochi che si riempiono di bimbi anche dai paesi vicini.

Insomma, qui si riconosce il loro diritto ad essere bambini, a muoversi all’aria aperta e a vivere un’infanzia serena. Ricordi che si porteranno dietro tutta la vita.

E voi unimamme cosa ne pensate?

Firma: Valentina Colmi

Notizie Correlate

Commenta