Troppi zuccheri causano diabete e malattie cardiache nei bambini

Un nuovo studio mette in relazione l’eccessivo consumo di zuccheri con la possibilità di sviluppare gravi malattie nei bambini.

bambino dieta zuccheriLa salute e il benessere dei bambini sono ai primi posti tra le preoccupazioni dei genitori, che vorrebbero proteggerli, ora uno studio dimostra come il consumo di zucchero conduca al diabete e a malattie cardiache.

La ricerca si è concentrata, in modo particolare, sugli zuccheri aggiunti, in contrasto con le calorie.

Alimentazione dei bambini: troppi zuccheri portano a gravi malattie

Ecco come si è svolto lo studio della Univesity of California di San Francisco e della Touro University California, riportato sul Wall Street Journal:

  • sono stati considerati 43 bambini e adolescenti latino americani e afroamericani
  • i pazienti erano ricoverati per obesità in una clinica e avevano sintomi come il colesterolo alto
  • la durata è stata di 9 giorni
  • gli scienziati hanno tolto loro cibi con zuccheri aggiunti, come le bibite gassate, cereali molto zuccherati, ecc…
  • il cambiamento di dieta ha ridotto del 10% gli zuccheri
  • c’è stata una riduzione generale del 28% di calorie
  • il livello di colesterolo e di altri lipidi è migliorato, il livello di insulina è diminuito

I benefici di questo cambiamento di dieta non si sono fatti attendere sul loro metabolismo. L‘effetto è stato del tutto reversibile, c’è stato un miglioramento per quanto riguarda: i trigliceridi, i cui alti livelli portano a un ispessimento delle arterie e causano pancreatiti acute.

Questi risultati confermano le precedenti supposizioni riguardanti il fruttosio come responsabile dell’obesità.

Questi zuccheri causano problemi al metabolismo del fegato, portando all’obesità.

Naturalmente le aziende produttrici di alimenti e bevande hanno criticato questo studio perché condotto su persone già affette da problemi, accusando gli scienziati di creare allarmismo e confusione senza solide basi scientifiche.

Altri ricercatori che lavorano sugli stessi temi hanno invece lodato lo studio, sottolineando però che questa ricerca manca di un gruppo di controllo.

“A causa dell’organizzazione di questa ricerca non possiamo dire con sicurezza che i cambiamenti riscontrati sono da collegare al consumo degli zuccheri, è possibile che altri aspetti della dieta e dello stile di vita possono essere cambiati” sottolinea il Dottor Ludwig, direttore del Centro di Prevenzione dell’Obesità presso il Children’s Hospita di Boston.

L’OMS ha raccomandato che sia adulti che bambini taglino del 10% il consumo di zuccheri nella loro dieta calorica. La Food and Drug Administration ha raccomandato un consumo massimo giornaliero di zuccheri pari a 200 calorie.

I consumatori però, allertati da anni di campagne contro l’obesità, stanno indietreggiando. In un recente sondaggio di Euromonitor Intenational il 41% degli intervistati ha riferito di consumare cibi senza zucchero o con un quantitativo minimo di zucchero. Il 71% poi sono preoccupati dell’ammontare di zucchero consumato.

Unimamme, l’obesità infantile è ancora troppo sottostimata, a volte sono i genitori troppo tolleranti a danneggiare i figli.

Unimamme, voi fate attenzione alla dieta dei vostri bimbi? Controllate che non mangino troppe pietanze ricche di zuccheri e bibite gassate?

Firma: Maria Sole Bosaia

Notizie Correlate

Commenta