Una famiglia ha deciso che girare il mondo è il miglior modo di educare i figli

Given è il nome di un bambino che, per un anno, ha viaggiato per il mondo.

Se vi piace viaggiare ed esplorare il mondo potete continuare a farlo insieme ai vostri figli, come dimostra la storia del piccolo Given Goodwin.

Given, il bambino cresciuto con i viaggi

Given è un bambino molto fortunato perché ha trascorso la sua infanzia girando per il mondo insieme ai genitori. Tanto che a 6 anni ha già visitato 15 paesi.

A concepire questa incredibile esperienza è stato il suo papà: Aamion Goodwin che, a sua volta, ha trascorso l’infanzia tra le isole Fijii, l’Australia e Kuai, poiché il nonno di Given non amava affatto i limiti imposti dalla società moderna.

Così, Aamion e sua moglie Daize hanno deciso di trasmettere l’amore per le diverse culture del mondo ai loro figli: Given, il maggiore, e la piccola True.

Nel corso di un anno, questa famiglia ha fatto il giro del mondo, dalle Hawaii all’Australia, dal Nepal al Perù.

Da questo fantastico viaggio è stato tratto un film che racconta l’avventura dalla prospettiva del piccolo Given, appunto.

I Goodwin non vogliono dimostrare che il loro stile di vita sia il migliore o mostrarsi come il manifesto di uno stile di vita alternativo, ma suggerire che si può andare avanti anche andando fuori dai binari precostituiti dalla società.

“Spero che questo film aiuterà le persone a spezzare il blocco che hanno nella loro vita” ha dichiarato il regista Jess Bianchi “che si tratti di una famiglia che vuole viaggiare per il mondo o che si tratti di un blocco nel loro piccolo circolo, magari uscire dalla loro vita ordinaria che non fa per loro e vedere che esiste una vita completamente diversa che varrebbe la pena vivere“.

 

 

 

 

 

Unimamme, voi cosa ne pensate della scelta di questa famiglia? Sicuramente si tratta di un’esperienza capace di arricchire tutti i Goodwin. Vi è venuta voglia di vedere il film? A noi si!

Noi vi lasciamo con la storia di una bambina che ha compiuto il primo viaggio molto piccola.

Firma: Maria Sole Bosaia

Notizie Correlate

Commenta