Un bimbo è stato allattato da 5 estranee con un “atto di amore” (FOTO)

Una mamma costretta in ospedale ha chiesto aiuto alla rete per sfamare suo figlio.

Di recente la notizia di una zia che aveva fatto da balia al nipote allattandolo aveva suscitato clamore e simpatiaallattamento al seno.

Ora sopraggiunge una nuova storia che ha qualche punto in comune con la precedente: un piccino aveva bisogno di essere allattato ma la sua mamma non poteva farlo in quel frangente.

Una mamma chiede aiuto su Facebook e le mamme rispondono

Così Ronja Wiedenbeck, una mamma single ventiseienne, sottoposta a forti medicinali che le impedivano di allattare il suo bimbo Rio, di 11 mesi, ha preso una singolare decisione.

La donna ha lanciato un appello su Breastfeeding Yummy Mummies, un gruppo di Facebook composto da mamme disponibili ad aiutare altre mamme.

Nel giro di pochissimo tempo una donna che Ronja non conosceva si è presentata in ospedale per allattare suo figlio che non prende il biberon e assume un mix di latte materno e cibo solido.

PAY-Ronja-WiedenbeckL’appello di Ronja inoltre è stato accolto da quasi 1000 altre mamme in tutto il Paese, tutte donne disponibili ad aiutarla.

PAY-Ronja-Wiedenbeck (2)Così, grazie all’aiuto di 5 mamme Rio non ha “perso” nessuna poppata.

“Ero pompata fino a scoppiare di morfina, mi è sembrato istintivo che qualcuno lo nutrisse nel modo in cui è abituato e in cui si sente a suo agio. Mentre stava per essere allattato dalla prima donna mi ha guardato quasi per chiedermi l’approvazione, mi ha riempito il cuore con molta gioia e una gran dose di sollievo”.

PAY-Ronja-Wiedenbeck (1)Vista la risposta oltremodo positiva delle mamme, Ronja dichiara: questo è un atto amorevole, altruista e che scalda il cuore a vedersi”.

mamma allattaTra le mamme che hanno aiutato la protagonista di questa storia c’è Michelle Netherton che ha allattato Rio il giorno successivo all’appello postato da Ronja.

Michelle è mamma a sua volta di 2 piccini, il primo di 21 mesi e il secondo di 20 settimane.

Quando ho visto quel posto ho pensato “povera creatura”. Volevo aiutare perché non avrei mai voluto vedere un bimbo affamato”.

Questa mamma infatti deve tirarsi via il latte in eccesso quindi è stata lieta di offrirlo al piccolo Rio.

Ero un po’ preoccupata che potesse piangere e non attaccarsi, ma a lui non è importato di chi fosse il seno, purché fosse un seno!”

Ora Ronja è tornata a casa dai suoi due figli ed è nuovamente in grado di allattare il suo bambino.

Unimamme e voi chiedereste a delle “estranee” su Facebook di allattare al seno il vostro bimbo in caso di bisogno?

 

 

Firma: Maria Sole Bosaia

Notizie Correlate

Commenta