Home Servizi Utili Chiedi all'esperto Babysitter: le 10 cose più odiose che fanno i genitori

Babysitter: le 10 cose più odiose che fanno i genitori

CONDIVIDI
Pretty toddler girl on swing smiling at her mother.

Noi non abbiamo mai provato ad avere una baby sitter, un po’ per motivi economici, un po’ perché le nostre figlie vogliamo seguirle noi nel limite del possibile. Spesso chi fa la baby sitter non viene tenuta molto in considerazione, forse perché nell’immaginario è un lavoro fatto per arrotondare. Invece è un mestiere serissimo perché non solo si affidano i figli, ma anche la loro salute e la loro incolumità. Ecco perché dobbiamo trattarle con molto rispetto e capire che si sono dei comportamenti che danno loro fastidio. Vediamoli insieme.

Tutte le cose che la babysitter non apprezza 

Secondo alcune babysitter che hanno accudito bambini di estranei per diversi anni, come raccontato su TODAY, infatti dobbiamo stare attenti a come ci relazioniamo con la baby sitter.

1 – Non essere in ritardo senza preavviso: Quando mi dici che sarai a casa in un orario specifico e non mi mandi un messaggio o non mi chiami, sei in ritardo” racconta la baby sitter di lungo corso Lauren Farfel  “Vorrei andare a casa e dormire oppure incontrarmi con i miei amici. Ho anch’io una vita“.

2 – Non invitate anche i figli dei vicini senza pagare più soldi:  Una cosa è quando bisogna badare a un paio di ragazzini, un’altra quando ci sono bambini a sufficienza per un party” dice Farfel. “Se volete che mi prenda cura di 6 bambini dovete pagare: più bambini, più soldi.”

3 – Non aspettatevi la cameriera: “Quando le persone lasciano la loro cena nel lavandino perché io lavi i pietti o si aspettano che mi prenda cura dei loro animali, non ci siamo” dice Ally Farfel, la sorella di Lauren. “Il lavoro consiste nel prendersi cura dei bambini: le babysitter non sono delle governanti“.

4- Non si tratta di divertimento: ci deve essere assoluta fiducia tra chi paga e la babysitter perché “se non vi fidate, non chiedetemi di tenervi i figli“.

5 – Siate chiare nei pagamenti: non siate schive sui soldi, parlatene subito apertamente.

6 – Fate un giro della casa: cercate di farvi fare sempre un giro della casa per capire come funzionano le cose, per esempio le luci, l’allarme e la tv, in modo che possiate muovervi con agilità.

7 – Non prendete in giro i vostri figli:Quando mettete a letto i vostri figli prima che io sia da voi, dite loro che sto arrivando per accudirli” dice Jillian. “Non c’è niente di peggio che un bambino che si sveglia spaventato perché cerca i suoi genitori“.

8 – Uscite!: I genitori devono uscire di casa e non ritornare indietro ogni 5 minuti per verificare che cosa sta facendo la baby sitter.

9 – Mettete in chiaro chi è il capo:  dovete essere autorevoli e questo lo possono fare i genitori agli occhi dei figli. “I bambini ignoreranno tutto quello che dico se i genitori non mi daranno un supporto” dice Jillian.

10 –  Non tenete segreti: “Dovete dirmi se i vostri figli hanno qualche difficoltà, per esempio incubi notturni, capricci e allergie. La comunicazione è la chiave“.

E voi unimamme cosa ne pensate?

Intanto vi lasciamo con il post che parla di una bambina salvata dalla babysitter.