Il telefono cellulare in gravidanza nuoce ai bambini: lo studio

Cellulare in gravidanza
Il telefono cellulare in gravidanza nuoce ai bambini: lo studio – Universomamma.it

Il cellulare durante la gravidanza può nuocere ai bambini: i risultati di uno studio

Unimamme, mentre una ricerca francese sottolinea i danni causati al cervello degli adulti dal telefono cellulare un nuovo studio avverte che questi strumenti potrebbero nuocere al bambino in un modo che non ci saremmo aspettati. Il cellulare può danneggiare i bambini ancora in grembo.

Il cellulare in gravidanza nuoce ai feti? Uno studio indaga

Lo studio condotto dal professor Boris Petrikovsky, direttore di medicina fetale e materna presso il Wyckoff Heights Medical Center di New York ha cercato di comprendere gli effetti dei telefoni cellulari sui bambini, come riportato sul Health Day.

Ecco come si è svolta la ricerca:

  1. sono state seguite 28 ostetriche e ginecologi 
  2. le donne considerate erano nel 3° trimestre di gravidanza (al nono mese)
  3. è stato analizzato come i feti reagissero all’uso ripetuto dei telefoni cellulari
  4. si è anche guardato alla reazione dei possessori del cercapersone posseduto da diversi medici negli ospedali
  5. le donne sono state sottoposte ad ultrasuoni
  6. tutti i cellulari e i cercapersone erano posizionati vicino alla testa del bimbo
  7. in 5 occasioni sono stati progettati per emettere una serie di suoni separati da 5 minuti di intervallo
  8. i feti (tra 27-43 settimane) hanno sussultato quando il cercapersone o il cellulare hanno smesso di squillare
  9. tra le reazioni i feti hanno girato la testa, oppure aperto la bocca
  10. quando i dispositivi sono stati programmati per suonare ogni 10 minuti il 90% dei feti ha sussultato
  11. l’80% dei feti ha continuato a farlo durante le prove successive
  12. molti dei feti sembravano abituarsi ai suoni
  13. quando i suoni sono stati programmati ogni 5 minuti si è registrato un calo dei sussulti nel 60% dei feti sotto le 36 settimane di gestazione
  14. tra i piccoli quasi a termine c’è stata una riduzione dei sussulti pari al 90%.

Precedenti ricerche hanno mostrato che le donne che sono medici interni tendono ad avere complicazioni, in gravidanza, più alte della media:

  1. nascite premature
  2. pressione alta nel sangue
  3. peso basso alla nascita

A causa del loro lavoro, spesso, i medici portano i cellulare e cercapersone attaccati al corpo per lunghi periodo.

Anche se il professor Petrikovsky non può dire con certezza che il rumore può causare alti rischi durante la gravidanza “il comportamento normale del ritmo circadiano del feto è disturbato o interrotto dallo squillo di cellulari e cercapersone”.

I ricercatori hanno scoperto anche che le mamme che vivono vicino agli aeroporti con gli aerei che atterrano e decollano tutti giorni hanno problemi con i bambini non ancora nati che si spaventano per questi forti rumori. Secondo il professor Petrikovsky, infine, sono i suoni ripetuti a disturbare i bambini. “Raccomandiamo che le donne incinte non portino cellulari e cercapersone in prossimità dei bambini” ammonisce il professore perché il suono e le vibrazioni emesse possono disturbare il ritmo circadiano del sonno e della veglia del feto.

Voi unimamme seguirete i suoi consigli? Dite la vostra se vi va.