“Provo rabbia perché mia moglie incinta beve alcol”: genitore chiede consigli

ULTIMO AGGIORNAMENTO 9:51

alcol in gravidanza

Alcol in gravidanza. Sappiamo che fa male, ma generalmente si pensa che un bicchiere di vino o birra ogni tanto non faccia nulla.

L’alcol però passa attraverso la placenta e tramite il cordone ombelicale raggiunge il bambino e il suo organismo ancora in formazione. Per evitare rischi, dunque, sarebbe meglio evitarlo. Dopo tutto si tratta di farne a meno per meno di un anno (anche se è sconsigliato in caso di  allattamento).

Infatti, bere alcol in gravidanza, anche poco, può influire sullo sviluppo del feto, come ha accertato una recente ricerca scientifica.

Il dibattito è nato su un forum di discussione quando un genitore preoccupato ha postato un messaggio in cui si dichiara arrabbiato perché la propria compagna incinta beve alcol.

Alcol in gravidanza: critica la moglie online, ma la rete si divide

Il dibattito è recente: un genitore preoccupato ha chiesto aiuto agli altri utenti del forum Mumsnet perché sua moglie beve in gravidanza, un bicchiere al giorno, più o meno, di vino e birra. Niente superalcolici, ma abbastanza per suscitare qualche apprensione.

“Il nostro secondo bambino è atteso in pochi mesi e durante tutta la gravidanza mia moglie ha bevuto alcool. Non molto, ma almeno una bevanda alcolica ogni giorno. Un bicchiere di vino o una birra – non stiamo parlando di shottini di tequila.
Sono fortemente in disaccordo.  Non capisco perché un genitore voglia rischiare di danneggiare il proprio neonato o bambino.  
Lei dice che sto esagerando e che un drink al giorno va bene – ho trovato molte ricerche che non sono d’accordo con questo.
Per la cronaca, ha bevuto bicchieri di vino con il nostro primo figlio ma stiamo parlando forse di 4 bicchieri nei 9 mesi. Ma poiché lui (il primo figlio) sta bene (anche se probabilmente è troppo piccolo per dirlo davvero) penso che lei si senta come “è andata bene quindi posso spingere un po’ di più questa volta”. 
Cosa fareste in questa situazione?
Devo semplicemente rilassarmi?”

Il genitore preoccupato si è visto rispondere in modo differente.

Non poche persone hanno detto che stava esagerando, che un po’ di alcol non avrebbe fatto nulla e che il suo atteggiamento era troppo giudicante. Qualcuno ha anche azzardato nel sostenere che lo stress per un donna incinta di essere continuamente sotto esame avrebbe fatto più male al bambino dell’assunzione di alcol leggero e ha consigliato al genitore preoccupato di non esasperare la moglie incinta spingendola a bere di nascosto.

Altri hanno risposto che avrebbe dovuto fidarsi della moglie, che lei conosce il suo corpo e sa quello che fa. Molti utenti hanno interpretato la richiesta di aiuto come un’intrusione maschile nella liberà femminile.

C’è anche chi ha criticato le risposte a favore anche di un solo bicchiere di alcol in gravidanza, ricordando i rischi che si corrono e dell’alcol nel sangue della mamma che raggiunge il bambino attraverso la placenta. Un bambino ancora in formazione. Qualcuno ha chiesto provocatoriamente se i genitori a favore del bicchiere in gravidanza lo avrebbero dato ad un neonato.

Alla fine del dibattito il genitore ha ringraziato gli utenti del forum, facendo però alcune osservazioni. Per prima cosa ha sottolineato che il dibattito era andato un po’ fuori tema e che non c’entrava nulla con la libertà del corpo della moglie, che non era una questione di genere né di autodeterminazione femminile. Il genitore, infatti, ha rivelato la sua identità: è una donna.

Lei stessa si è sottoposta a fecondazione assistita, che non è riuscita e forse, ha spiegato, inconsciamente pensa che al posto della moglie si sarebbe comportata diversamente durante la gravidanza.

Comunque, ha tenuto a sottolineare che sua moglie non è affatto un cattivo genitore, ma è preoccupata che anche poco alcol in gravidanza, bevuto quasi tutti i giorni possa mettere in pericolo il loro bambino.

Come ha precisato l’americano Centers for Disease Control and Prevention di Atlanta “non c’è alcuna conoscenza certa su quale sia la quantità di alcol sicura in gravidanza o mentre si prova a rimanere incinte. Così come non c’è alcun periodo più sicuro per bere durante la gravidanza. Tutti i tipi di alcol sono egualmente dannosi, compresi vino e birra. Quando una donna incinta beve, beve anche il suo bambino“.

E voi unimamme che ne pensate? Voi avete bevuto alcol in gravidanza? Anche poco? Cosa pensate della storia che vi abbiamo raccontato?

Vi ricordiamo il nostro recente articolo: “Un bicchiere di vino fa bene in gravidanza?” Le risposte degli esperti.

Danni da alcol in gravidanza, Policlinico Umberto I di Roma