Meghan Markle incinta in viaggio con il Principe Harry: è a rischio Zika?

ULTIMO AGGIORNAMENTO 1:56
meghan markle
Il Principe Harry e la consorte Meghan Markle (Daniel Leal-Olivas – WPA Pool/Getty Images)

Meghan Markle incinta in viaggio con il Principe Harry: c’è il rischio Zika per la duchessa di Sussex?

Tutti hanno accolto con gioia l’annuncio della gravidanza di Meghan Markle, moglie del Principe Harry. Un annuncio che era atteso e sul quale c’erano state molte speculazioni.

Nel giorno del matrimonio della Principessa Eugenie, lo scorso 12 ottobre, la Duchessa di Sussex Meghan si era presentata con un lungo cappotto blu coprente, abbottonato solo nella parte superiore e lasciato aperto e morbido sul ventre, che lasciava immaginare una possibile pancina di inizio gravidanza. Tra gli appassionati della famiglia reale che hanno visto le foto del matrimonio di Eugenie chi non l’ha pensato?

Una intuizione che si è rivelata azzeccata, anche se già da qualche tempo si vociferava sulla dolce attesa di Meghan.

Un’aspettativa del tutto legittima, visto che la bella ex attrice americana e il Principe Harry si sono sposati lo scorso maggio, nella Cappella di San Giorgio del Castello di Windsor, come la Principessa Eugenie.

È un periodo di grandi eventi per la Famiglia Reale Britannica, dopo i matrimoni dei nipoti della Regina Elisabetta, Harry ed Eugenie, preceduti dalla nascita di Louis, il terzogenito di William e Kate, il 14 novembre il Principe Carlo, eterno erede al trono, compirà 70 anni. Grandi festeggiamenti sotto l’occhio benevole e orgoglioso della matriarca Elisabetta.

Il Principe Harry, Meghan Markle e la Regina Elisabetta II nel giorno del matrimonio di Eugenie di York (AARON CHOWN/AFP/Getty Images)

L’annuncio della nascita di un nuovo “Royal Baby” per la primavera dell’anno prossimo, già ribattezzato con un po’ di cattiveria “Brexit Baby“, perché la data di uscita del Regno Unito dall’Unione Europea è stata fissata (dagli inglesi) per il 29 marzo 2019 (anche se un accordo con la Ue è ancora lontano), è arrivato nel giorno in cui Meghan e Harry sono arrivati in Australia per un viaggio di due settimane, in cui presenzieranno agli Invictus Games, i giochi sportivi in 11 specialità per veterani e reduci rimasti feriti in guerra. Una manifestazione fondata nel 2014 proprio dallo stesso Harry e a cui il Principe tiene moltissimo.

Per Harry e Meghan si tratta del primo impegno internazionale in coppia come rappresentanti della Famiglia Reale. Kensington Palace ha fatto sapere che non ci saranno modifiche al tour che comincia da Sydney e toccherà, oltre all’Australia, Fiji, Tonga e Nuova Zelanda. L’unica variazione al programma, il fatto che Meghan, che dovrebbe aver superato i tre mesi di gravidanza, non salirà sul Sydney Harbour Bridge.

La precisazione di Kensington Palace sul programma di viaggio ha sollevato più un timore nella stampa britannica, per il rischio del virus Zika, molto pericoloso per le donne incinte.

Meghan Markle incinta in viaggio, a rischio virus Zika?

Meghan e Harry nel giorno dell’annuncio dell’arrivo del loro primo figlio sono volati alla volta dell’Australia per partecipare agli Invictus Games.

All’annuncio delle mete di viaggio i giornali inglesi si sono allarmati per via del rischio, anche se modesto, del virus Zika alle isole Fiji e Tonga. Il virus infatti è molto pericoloso per le donne incinte e si trasmette dalla puntura di una zanzara, come altre malattie tropicali simili, dunque è quasi impossibile da prevenire.

Il virus Zika non è mortale, provoca disturbi simili a quelli di un’influenza (febbre, cefalea, dolori muscolari), a volte è asintomatico, comunque guarisce nel giro di pochi giorni, senza bisogno di ricovero ospedaliero.

Il vero rischio è per le donne incinte, perché Zika può causare microcefalia nel feto. Un rischio che nel 2016 ha fatto dichiarare all’Organizzazione Mondiale della Sanità un’emergenza internazionale di salute pubblica, a causa della diffusione del virus in Sud America. Nell’anno delle Olimpiadi di Rio, in Brasile.

Per prevenire il contagio non esiste un vaccino e nemmeno altre terapie preventive. L’unica precauzione è cercare di evitare le punture di zanzara, coprendosi e usando repellenti, dormendo in stanze protette dalle zanzariere. Si tratta di precauzioni importanti ma non sufficienti, perché nulla impedisce che le zanzare pungano lo stesso, magari senza accorgercene.

Per non correre rischi inutili, pertanto, le donne incinte dovrebbero evitare di recarsi in visita nei Paesi in cui è possibile contrarre il virus Zika. Questi Paesi i trovano soprattutto in Centro e Sud America e sono:

  • Belize
  • Bolivia
  • Costa Rica
  • Cuba
  • Ecuador
  • Nicaragua
  • Puerto Rico

Tutti questi Paesi presentano un elevato rischio di contagio da virus Zika. Mentre Fiji e Tonga, dove si recheranno Harry e Meghan, hanno un rischio moderato di Zika, ma sufficiente ad impensierire i sudditi di Sua Maestà. Forse Meghan potrebbe cambiare programma di viaggio, ma al momento non ci sono indicazioni ufficiali in tal senso. Nessun problema, invece, in Nuova Zelanda, dove il rischio di contrarre il virus è assente.

Il virus Zika non si trasmette tra gli uomini, ma si contrae solo tramite la puntura di zanzare del genere Aedes, soprattutto da Aedes aegypt, pur essendo possibile un contagio diretto attraverso emoderivati o per via sessuale, a causa della presenza di virioni nel liquido seminale degli uomini malati.

L’Association for Medical Assistance to Travellers con base a Toronto sconsiglia alle donne incinta di visitare quei Paesi a rischio Zika. Indicazione che vale sia per i luoghi dove il rischio è elevato, sia per quelli dov’è moderato.

Meghan Markle femminista
(Harry e Meghan nel giorno del loro matrimonio. Photo by Aaron Chown – WPA Pool/Getty Images)

Che ne pensate unimamme? Pensate che viaggiare per Meghan mentre è incinta sia troppo pericoloso?

Timori sul viaggio di Meghan incinta e di Harry per il virsui Zika sono stati sollevati dall’Express.