Gabi, la ragazza con la Sindrome di Down che ha lanciato un’attività da sola

Credits: Facebook Gabi

La storia di Gabi Angelini, la ragazza con la Sindrome di Down che ha realizzato il suo sogno. Ha avviato un’attività sua.

Sfortunatamente per i ragazzi affetti dalla Sindrome di Down trovare un lavoro risulta essere molto difficile. Ci sono ancora tanti pregiudizi e discriminazioni, ma le persone con la sindrome di Down possono fare di tutto. Infatti abbiamo raccontato tante storie di ragazzi che, anche se hanno ricevuto molti no, si sono dati da fare per trovare un lavoro.

Abbiamo parlato di Noelia Garella, la prima insegnante con la sindrome di Down in Argentina e una delle poche in tutto il mondo. Insegna in un asilo ed i suoi alunni la adorano.

Oppure le sei ragazze che lavorano come parrucchiere in Irlanda o Yulissala prima insegnante di Zumba con la sindrome di down.

Ora è la volta della storia di Gabi Angelini, la ragazza con la sindrome di Down che ha avviato una sua attività.

Gabi Angelini: una ragazza che gestisce una sua attività

Gabi Angelini ha 21 anni ed è una sportiva e come riportato da Inspiremore, eccelle in tutto quello che fa. Il suo sogno, fin da bambina, è quello di possedere un ristorante.

Credits: Facebook Gabi

Ha sempre desiderato di lavorare, ma nessuno le ha dato mai un lavoro. La mamma di Gabi, Mary, si offerta di aiutare la figlia per far diventare il suo sogno realtà.

La donna non vuole solo garantire un lavoro alla figlia, ma vogliono cercare di aiutare anche altre persone che hanno le stesse difficoltà di Gabi, nel trovare un lavoro.

Hanno deciso di avviare un’attività, hanno aperto un coffee shop a Raleigh, nel North caroline. Il Gabi’s Grounds impiegherà persone con disabilità. Siccome non potevano permettersi un locale tutto loro, hanno iniziato l’attività con un piccolo locale. Per adesso collaborano con il Larry’s Coffee, un’altra caffetteria con dipendenti diversamente abili.

Credits: Facebook Gabi
Credits: Facebook Gabi

Gabi è impegnata a vendere caffè, magliette, tazze e adesivi nel suo stand agli eventi locali. Effettua anche consegne di caffè mentre Mary gestisce la loro pagina GoFundMe, raccogliendo donazioni per il loro futuro negozio. Hanno raccolto oltre $ 50.000 dal loro obiettivo è quello di arrivare a $ 60.000.

Credits: Facebook Gabi

La coppia non è ancora stata in grado di aprire il negozio, ma con tutto il loro lavoro ed il grande sostegno che ricevono dalla loro comunità, è davvero solo una questione di tempo. Gabi sta già programmando di assumere i suoi amici e la mamma ha dichiarato: “Dal caffè e dai pasticcini alle serate di karaoke e alle feste da ballo, il negozio di Gabi sarà un luogo inclusivo per la comunità che si riunirà”.

Voi unimamme conoscete altre realtà simili? Cosa ne pensate della storia di Gabi?