Benedetta Pilato: la 14enne che ha battuto il record della Pellegrini

Credits: Instagram Benedetta Pilato

Una giovanissima nuotatrice, Benedetta Pilato, agli ultimi mondiali ha battuto il record di Federica Pellegrini diventando la più giovane campionessa.

Benedetta Pilato è una giovane ragazza che a soli 14 anni e mezzo è diventata la vice campionessa mondiale di nuoto dei 50 rana. Nuota da quando aveva solo due anni in una piscina in provincia di Taranto. Benedetta ha battuto il record di precocità che fino ad adesso era detenuto dalla nuotatrice italiana Federica Pellegrini.

Benedetta Pilato la più giovane nuotatrice a conquistare una medaglia nel nuoto

Ai Mondiali di Nuoto 2019 che sono stati disputati a Gwangju, Benedetta Pilato ha conquistato la medaglia d’argento nei 50 rana. E’ stata scontitta dall’americana King, con un tempo di30 secondi netto. Un risultato straordinario per una giovanissima atleta che a 14 anni e 6 mesi ha debuttato in un Mondiale e ha battuto il record di precocità di Federica Pellegrini.

Benedetta è nata il 18 gennaio 2005 a Taranto, già a due anni nuotava in piscina ed a 4 anni “studiava” per diventare una campionessa di nuoto. Da sempre si allena nella piscina Solaris di Pulsano, in provincia di Taranto.

 

Visualizza questo post su Instagram

 

Ranocchie si nasce, EXTREMI si diventa 🐸👑 #nuotoextremo

Un post condiviso da Benny⭐️ (@benedetta.pilato) in data:

La sua passione per il nuoto segue di pari passo quella per lo studio, i suoi genitori le hanno sempre insegnato a portare avanti sia la sua passione per l’acqua e sia l’impegno con io studio. Infatti, Benedetta ha appena superato il primo anno di Liceo Scientifico con la media dell’8. Vive con i suoi genitori e con il fratellino Alessandro, che subito dopo la vittoria della sorella ha detto, scherzando, di essere felice non solo per l’argento, ma anche perché “lei a volte mi dà molto fastidio e il Mondiale l’ha tenuta lontana da casa per qualche tempo”.

A giugno aveva stabilito il record italiano assoluto nei 50 rana al Trofeo Sette Colli. Record che è stato migliorato nelle batterie dei Mondiali in Corea.  Agli Europei giovanili di nuoto a Kazan, poche settimane fa, ha conquistato l’oro sempre nella vasca singola a rana e l’argento nella staffetta 4×100 mista femminile. Come riportato da il Fatto Quotidiano, la sua partecipazione a Gwangju era già un record, non era mai successo che un’italiana così giovane avesso nuotato in un Mondiale, neanche Federica Pellegrini che quando ha iniziato a vincere aveva 16 anni.
La Pellegrini, reduce anche lei da un successo nei 200 metri stile libero, ha fatto i complimenti alla giovane nuotatrice. Proprio con lei, Benedetta aveva volato da Fiumicino fino alla Corea del Sud.

 

Visualizza questo post su Instagram

 

make it happen

Un post condiviso da Benny⭐️ (@benedetta.pilato) in data:

Dopo la conquista dell’argento mondiale sono state queste le prime parole di Benedetta Pilato: “Non ci credo, sono contentissima. Non posso dire altro. Voglio vivermi questo momento, non ci credo ancora. Non sono mai stata così tesa prima di una gara. Vedendomi col terzo tempo l’idea di una medaglia mi ha sfiorato, ma non mi aspettavo tutto questo. E’ bellissimo competere con gente come la King, così piena di esperienza. Quando ho toccato ho visto la luce sul blocco e ho inziiato a urlare. Mi stavo sentendo male, anche la King mi ha chiesto se era tutto ok. Io vice campionessa del mondo, mi viene da piangere. Aiuto…“.

Photo by Catherine Ivill/Getty Images

 Anche i genitori di Benedetta sono contenti del risultato ottenuto dalla figlia: “Il risultato sportivo era secondario, l’importante era godersi l’atmosfera“. Lei, intanto, si è concessa solo un’esultanza: una stories su Instagram con dei calzini blu decorati con dei ghiacciolini colorati: “È proprio vero che portano fortuna”.

Voi unimamme siete sicuramente contenta per il risultato sportivo ottenuto dalla giovane Benedetta Pilato.