Bimbo di 2 anni dimenticato in auto: una tragedia evitabile

muore bimbo 2 anni dimenticato
Bimbo sul seggiolino in auto (iStock)

Tragedia a Catania: muore bimbo di 2 anni dimenticato in auto dal padre. Cosa è successo

Un dramma che non avremmo voluto raccontarvi: un bimbo di 2 anni è morto dopo essere stato dimenticato in auto dal padre. La tragedia è accaduta a Catania.

Muore bimbo di 2 anni dimenticato in auto dal padre a Catania

Negli ultimi tempi non avevamo avuto notizie di bambini morti in auto sotto il sole, dimenticati in auto dai genitori. Una circostanza che ci aveva fatto bene sperare che il fenomeno fosse in esaurimento, almeno in Italia.

LEGGI ANCHE -> BIMBA DI 4 ANNI MUORE SOTTO IL SOLE, È ACCADUTO A ROVIGNO

Purtroppo a far venire meno questa speranza ci ha pensato una realtà tanto dura quanto spietata. È notizia di oggi il caso di un bimbo di 2 anni morto dopo essere stato dimenticato in auto dal padre. Il fatto è accaduto oggi a Catania.

Il padre, un uomo di 43 anni che lavora come dipendente amministrativo all’università di Catania, era uscito questa mattina per andare in ufficio come sempre. In macchina con sé aveva il figlioletto di 2 anni.

La giornata lavorativa era trascorsa regolarmente, con l’uomo evidentemente convinto di aver lasciato il figlio all’asilo prima di recarsi al lavoro. Così però non è stato. Dopo oltre cinque ore da quando aveva lasciato la macchina al pacrheggio, l’uomo ha ricevuto una telefonata dalla moglie che era andata a prendere il bimbo all’asilo ma non lo aveva trovato.

È stato in quel momento che il padre deve essersi reso conto di non aver mai portato il figlio all’asilo, ma di averlo lasciato in auto. Quando ha capito cosa era successo, l’uomo si è precipitato al parcheggio e ha trovato il figlio di 2 anni privo di sensi all’interno dell’auto. Senza chiamare l’ambulanza – almeno secondo il racconto dell’Ansa – il padre si è precipitato al Policlinico di Catania, dove i medici però non hanno potuto far altro che constatare la morte del bambino.

Il piccolo sarebbe morto a causa del caldo soffocante all’interno dell’auto, che è rimasta parcheggiata per oltre cinque ore sotto il sole cocente. Questa mattina la temperatura a Catania era di 35 gradi, nel pomeriggio, invece, è arrivata a pioggia. Tutto questo è accaduto proprio nella giornata in cui il maltempo, con piogge e deciso calo delle temperature, è arrivato in tutta Italia, per raggiungere più tardi anche il Sud.

Ora sull’episodio indaga la polizia. Il padre del bambino è indagato dalla Procura di Catania, per omicidio colposo, un atto dovuto. Un investigatore ha detto che “è un uomo disperato, distrutto, che piange continuamente e non riesce a spiegare l’accaduto“.

Una tragedia inimmaginabile, care unimamme, sulla quale è inutile esprimere giudizi. Sappiamo benissimo che non deve succedere, ma come abbiamo già spiegato in altre occasioni, al di là della trascuratezza di certi genitori, quando si verificano questi episodi di dimenticanza di bambini in auto accade che nel cervello umano scatti una sorta di amnesia dissociativa o sindrome, in inglese chiamata Forgotten Baby Syndrome, Sindrome del Bambino Dimenticato. Come ha dimostrato la scienza, nella mente di una persona sotto stress o con una routine sempre uguale scatta un meccanismo per cui si compiono gesti quotidiani in modo quasi automatico, dimenticando di eseguire alcuni alcuni compiti che non fanno parte di questa routine. In seguito, può crearsi nella mente la convinzione di aver portato a termine quel compito anche se non è stato così. Nella mente si crea una sorta di cortocircuito cerebrale.

Per questo motivo, più che condannare i genitori che in questi casi dimenticano i figli è bene adoperarsi con tutti gli strumenti possibili affinché questo non accada. Proprio come si sta cercando di fare negli Stati Uniti, dove è stato aperto un sito web che segnala tutti i casi di bambini morti in auto al caldo per sensibilizzare sul dramma e trovare delle soluzioni.

Il primo caso registrato in Italia di bambino morto per essere stato dimenticato in auto sotto il sole si verificò proprio a Catania nel 1998.