Mamma lascia violentare le sue bambine da un amico di famiglia | FOTO

ULTIMO AGGIORNAMENTO 11:08
mamma aiuta un pedofilo
Mamma permette a un amico di violentare le figlie piccole – FOTO . universomamma

Una mamma ha permesso che le figlie venissero abusate sessualmente per anni da un amico di famiglia.

Unimamme, oggi dobbiamo parlarvi di un caso di pedofilia in cui la mamma è stata complice.

Madre permette a un pedofilo di violentare le sue figlie

La ventissettenne Sarena C. Hall, madre di 2 bambine sotto i 10 anni ha permesso che un “amico” di famiglia, il sessantaquattrenne Marion Stang Jr. violentasse per anni le sue bimbe.

mamma aiuta un pedofilo 4
Universomamma

La mamma e e Marion Stang sono stati arrestati giovedì scorso dall’Fbi dopo che i servizi per la protezione dell’infanzia della città di Green, in Ohio, hanno ricevuto una chiamata da qualcuno che era preoccupato per le piccole di Serena Hall. Si ignora chi abbia effettuato la segnalazione, ma è certo che ora le piccole non devono più soffrire queste inenarrabili violenze. Mentre, a quanto pare, la donna era consapevole degli abusi sessuali subiti delle sue bambine, Sarena C. Hall su Facebook si descriveva come una mamma casalinga. Nei messaggi elogiava il suo partner e si descriveva come una moglie e una mamma amorevole. Nel 2016 però aveva pubblicato anche dei messaggi preoccupanti: “Ridicolo… È divertente vedere con i miei occhi…» e ancora: “Cresci davvero, mettiti i pantaloni grandi e impara un po’ di rispetto…”.

LEGGI ANCHE > IL MANUALE PER PEDOFILI: UN LIBRO CON CONSIGLI SU COME COMMETTERE IMPUNEMENTE ATTI DI PEDOFILIA

mamma aiuta un pedofilo 2
Universomamma

Stang è stato accusato di aver stuprato diverse volte le bambine, inoltre è accusato anche di grave imposizione sessuale. La mamma invece sarebbe accusata di aver messo in pericolo le figlie. Ora sono entrambi detenuti nel carcere della contea di Stark, senza possibilità di cauzione, in attesa di essere ascoltati dal giudice. Al momento non è stata ancora fissata una data.

Unimamme, voi avete qualche riflessione riguardo a questa vicenda di cui si parla sul Mirror?