12enne in vacanza resta paralizzato per una puntura

12enne in vacanza resta paralizzato per una puntura – Universomamma.it

Una bambino in vacanza all’estero con i genitori è rimasto paralizzato per colpa di una puntura di una razza velenosa. Deve ritornare in Italia.

Una vacanza di divertimento si è trasformata in un incubo per un bambino di 12 anni e la sua famiglia. Il 12enne genovese è stato punto da una manta velenosa che lo ha paralizzato dal tronco in giù. Si sta facendo di tutto per riportarlo in Italia, si è messa in moto la macchina dei soccorsi richiedendo un volo umanitario.

Punto da una razza velenosa mentre è in vacanza: 12enne genovese resta paralizzato

In vacanza con la famiglia in Costa Rica, mentre stava facendo il bagno nella spiaggia di La Mina, un bambino di 12 anni è stato punto da un Trigone, conosciuta comunemente come pastinaca, è una razza velenosa che provoca contrazioni muscolari. Gli esemplari più grandi hanno un aculeo sulla coda che può arrivare fino ad essere lungo da 35 a 40 cm. Alla radice dell’aculeo ci sono due ghiandole velenifere che producono il veleno composto da sostanze tossiche.

LEGGI ANCHE > UNA BAMBINA E’ RIMASTA USTIONATA A CAUDA DI UN “TATUAGGIO” FATTO IN VACANZA

Secondo quanto riportato dai genitori, mentre stava facendo il bagno quando ha urtato o è stato urtato da un trigone di grosse dimensioni. Sembrerebbe che il pesce gli abbia conficcato l’aculeo sul collo. Così è stato portato con urgenza nell’ospedale pediatrico della capitale San José. Dal 20 ottobre è ricoverato in ospedale e vicino a lui ci sono i genitori ed il fratellino minore. Il 12enne però deve essere trasferito, ed anche con una certa urgenza, in Italia. Come riportato da Repubblica, la Farnesina, l’ambasciatore italiano in Costa Rica e la politica ligure si stanno dando da fare per ottenere un volo umanitario. L’Ambasciata d’Italia a San José segue da vicino e fin dal primo momento la vicenda. Lo riferiscono fonti diplomatiche assicurando che l’ambasciata, in stretto raccordo con la Farnesina, sta prestando ogni assistenza necessaria per trasferire il bambino in una struttura ospedaliera italiana.

LEGGI ANCHE > INFEZIONE IN VACANZA PER DUE BAMBINE: LA DENUCIA DELLA MAMMA (FOTO)

I genitori hanno già preso contatto con l’Unità dipartimentale di Chirurgia vertebrale dell’ospedale Maggiore di Bologna. Qui sono specializzati in questo tipo di traumi e sono pronti per accogliere il minorenne e per fare un lungo ciclo di terapia. Trasferire il 12enne in Italia non sarà facile perché il piccolo può viaggiare solo in posizione orizzontale, per questo è necessario un volo umanitario.

LEGGI ANCHE > I CONSIGLI DELLA POLIZIA PER NON “PERDERE” I BAMBINI IN VACANZA (FOTO&VIDEO)

Voi unimamme eravate a conoscenza di questo grave incidente? Speriamo che il 12enne possa al più presto rientrare in Italia.