Bebe Vio campionessa olimpica diventa Barbie | VIDEO | FOTO

ULTIMO AGGIORNAMENTO 12:11
0
85

Da oggi anche la campionessa Bebe Vio è diventata una Barbie, scelta per aiutare le bambine a realizzare i loro sogni senza arrendersi.

Bebe Vio campionessa olimpica diventa Barbie | VIDEO | FOTO – Universomamma.it

Da inizio marzo 2019, la Mattel ha dato il via elle celebrazioni per il 60° anniversario della bambola più famosa, la Barbie. La missione del brand è quella di dare valore al potenziale infinito delle bambine affinché siano consapevoli di poter raggiungere qualunque traguardo. Per questo ha deciso di puntare i riflettori sul “Dream Gap”, che come riferisce la stessa Mattel, si tratta di un fenomeno “che si verifica nelle bambine intorno ai 5 anni e che le porta a perdere fiducia nelle proprie capacità. Infatti, a dispetto dei loro coetanei di sesso maschile, intorno a quest’età le bambine smettono di credere di poter intraprendere alcune carriere. Con l’obiettivo di accrescere la consapevolezza e l’attenzione sui fattori che ad oggi causano questo fenomeno, Barbie ha lanciato la campagna #ChiudiamoIlDreamGap al fine di sensibilizzare maggiormente famiglia, scuola e società su questo argomento”.

La schermitrice Bebe Vio diventa una Barbie: fonte di ispirazione per tantissime bambine

Il brand per incoraggiare e d’ispirare tante ragazzine ha deciso di presentare delle Barbie con le fattezze di personaggi femminili che rappresentano un modello positivo da poter seguire. In Italia le celebrazioni sono iniziate a marzo con la chef stellata Rosanna Marziale, per poi proseguire ad aprile con Elisa, cantautrice, a maggio con Sandra Savaglio, atrofisica e a settembre con Alberta Ferretti, stilista affermata nota in tutto il mondo. Adesso è il momento di una donna che è di sicuro un modello d’ispirazione e di forza per tante bambine.

Bebe Vio Barbie
Bebe Vio campionessa olimpica diventa Barbie | VIDEO | FOTO – Universomamma.it

LEGGI ANCHE > LA MATTEL DEDICA UNA BARBIE ALLA CANTANTE ITALIANA ELISA

La nuova Barbie ha le fattezze di Bebe Vio, la schermitrice 22enne che è stata medaglia d’oro alle paraolimpiadi di Rio De Janeiro. Da quando era piccolissima Bebe si è sempre appassionata alla scherma ed il suo sogno di andare alle Olimpiadi non si è interrotto nemmeno quando ad 11 anni è stata colpita da una meningite fulminante che le ha causato infezione, necrosi e successiva amputazione di avambracci e gambe. Infatti, Bebe riesce ad affrontare la rieducazione con forza e grinta e viene a scoprire che esiste la scherma in carrozzina. Il padre le progetta una protesi sulla quale può inserire il fioretto e diventa la prima atleta al mondo con il braccio armato protesizzato. Una storia fatta di allenamenti, sacrifici, determinazione e tanta passione che l’ha portata a vincere le Olimpiadi di Rio De Janeiro. Bebe ha deciso di aiutare anche altri bambini che si trovano nella sua stessa situazione fondando un’associazione Onlus, “art4sport” che aiuta i bambini amputati ad integrarsi nella società attraverso lo sport.

Bebe Vio Barbie
Bebe Vio campionessa olimpica diventa Barbie | VIDEO | FOTO – Universomamma.it

LEGGI ANCHE > BEBE VIO VINCE LA COPPA DEL MONDO PER LA QUARTA VOLTA 

Bebe Vio sarà la protagonista, insieme ad una piccola atleta di 8 anni, Chitra, del nuovo video ispirazionale di Barbie. Il consiglio di Bebe Vio per le bambine che vogliono seguire il suo esempio è molto semplice e bello: “Sorridi sempre, anche se non ne hai voglia. Quando sembra che tutto vada storto cerca di riderci sopra. Senza ironia e, soprattutto senza autoironia qualsiasi difficoltà diventa un peso enorme da sopportare. A riderci su, invece, si alleggerisce anche il momento più difficile”.

Bebe Vio Barbie
Bebe Vio campionessa olimpica diventa Barbie | VIDEO | FOTO – Universomamma.it

La schermitrice è molto contenta, come dichiarato sul suo profilo Instagram: “Guarda mamma, I’m a Barbie Girl. Non posso ancora crederci! Da piccola mi divertivo ad “infilzare” Ken facendo tirare di scherma la mia @barbie. Era il mio modo per convincermi che l’astuzia e la tecnica potessero annullare le differenze fisiche con il bambolotto maschio. Oggi, il solo pensiero che qualcun altro potrà farlo con il mio personaggio mi riempe il cuore e mi ricorda la responsabilità che ho nei confronti di molti bambini. Spero di non tradirvi mai e di poter essere sempre più una fonte d’ispirazione“.

Voi unimamme consa ne pensate di questa scelta? Noi riteniamo che sia giusta!

Per restare sempre aggiornato su notizie, ricerche e tanto altro continua a seguirci sui nostri profili FACEBOOK INSTAGRAM o su GOOGLENEWS.