Bambino di 8 anni morto di difterite: non succedeva da 40 anni

ULTIMO AGGIORNAMENTO 17:06
0
61

Un bambino di 8 anni è morto per la difterite.

bambino morto per difterite
Bambino di 8 anni morto di difterite: non succedeva da 40 anni Universomamma.it

Unimamme, ormai da anni medici, esperti e genitori ribadiscono l’importanza dei vaccini e il pericolo del ritorno di malattie debellate da tempo.

Difterite in Grecia: una vittima, ecco che cosa è successo

Il quotidiano online Ethnos.gr ha parlato di un bimbo di 8 anni morto di difterite, una malattia che ormai era scomparsa da 40 anni e che è tornata a colpire in quest’angolo di Europa. Il fatto è stato confermato anche dall’l’European Center for Disease Control. Il bimbo è arrivato in ospedale già in gravi condizioni e, purtroppo, è morto dopo pochi giorni, precisamente 4, dal ricovero in terapia intensiva nell’ospedale pediatrico di Atene  Aglaia Kyriakou, avvenuto il 22 novembre scorso. Secondo i genitori la malattia ha avuto il suo esordio con i sintomi di una banale laringite.

I media greci hanno assicurato che il piccino non era vaccinato, ma su questo particolare, molto importante, mancano conferme ufficiali. Secondo quanto dichiarato dall’ospedale il piccino aveva ricevuto solo 2 dosi su 3 del vaccino combinato DTaP che protegge da difterite, tetano e pertosse. Gli esami del laboratorio invece hanno confermato che si trattava proprio di difterite. La conferma è stata ribadita anche dall’analisi di un campione in un laboratorio dell’Nhs inglese. L’Ecdc ha precisato: “l’ultimo caso registrato di difterite in Grecia è stato un caso importato nel 1994 mentre l’ultimo caso autoctono letale risale agli anni ’70. La malattia in un individuo completamente vaccinato è molto rara. Tuttavia la difterite è stata implicata nella morte di diversi bambini non vaccinati in Europa negli anni recenti”.

Il caso, in realtà, è meno eccezionale di quanto si creda, la difterite è tornata a circolare in Europa già da alcuni anni ed è stata segnalata anche in Italia, nel 2016, quando un paziente è entrato in contatto con il batterio, senza però ammalarsi. A causa del calo delle vaccinazioni si teme che possono verificarsi nuovi contagi. Nel 2016 la difterite era comparsa in Belgio e nel 2015 in Spagna dove è stato colpito un bambino di 6 anni.

Se vi state chiedendo che cosa sia la difterite, ecco una breve spiegazione ripresa dall’Istituto Superiore di Sanità. Si tratta di una malattia infettiva acuta causata dal batterio Corynebacterium diphtheriae che, una volta penetrato nell’organismo può lesionare tessuti e organi fino alla loro distruzione. Questa patologia colpisce più frequentemente gola, laringe, trachea e tonsille, l’infezione può essere trasmessa per via respiratoria o tramite contatto diretto con una persona infetta. Più raramente attraverso il contatto con oggetti contaminanti. I più colpiti risultano essere i bambini non vaccinati, soprattutto nei mesi invernali. L’incubazione va dai 2 ai 5 giorni e i primi sintomi sono mal di gola, perdita di appetito e febbre. Dopo pochi giorni su tonsille e gola si forma una membrana grigiastra che può anche arrivare a sanguinare. Per avere conferma della diagnosi occorrono esami dei batteri presenti sulle lesioni. Generalmente il decorso della malattia è benigno ma possono aversi complicazioni gravi a livello del cuore. In caso di diagnosi confermata il trattamento prevede antibiotici e antitossina e isolamento. Circa infine il vaccino, sono previste 3 dosi (combinate in associazione con il vaccino contro il tetano e la pertosse) da fare a 3, 5 e 12 mesi di vita del bambino. Sono poi previsti 2 richiami: a 6 e 14 anni.

Unimamme, cosa ne pensate di questa vicenda? Conoscevate questa malattia?

LEGGI ANCHE > UN CARTELLO PROVOCATORIO SULLE VACCINAZIONI DIVENTA VIRALE

Per restare sempre aggiornato su richiami, notizie e tanto altro continua a seguirci sui nostri profili FACEBOOK INSTAGRAM o su GOOGLENEWS.

bambino morto per difterite
Bambino di 8 anni morto di difterite: non succedeva da 40 anni Universomamma.it