Influenza: quasi un milione di italiani a letto malati | Le Regioni più colpite | FOTO

ULTIMO AGGIORNAMENTO 20:34

Influenza: quasi un milione di italiani a letto malati, gli ultimi dati aggiornati da Influnet.

Influenza: quasi un milione di italiani a letto malati, i dati aggiornati – Universomamma.it

L’influenza comincia ad entrare nel vivo della stagione e a pochi giorni dal Natale ha già contagiato quasi un milione di italiani. Secondo gli ultimi dati aggiornati di Influnet sono 887mila gli italiani malati dall’inizio del periodo di sorveglianza epidemiologica, partita lo scorso 14 ottobre. Tutto quello che bisogna sapere.

Influenza: già quasi un milione di italiani a letto

Stiamo entrando nell’epidemia vera e propria di influenza. Secondo gli ultimi dati di Influnet, il sistema di sorveglianza epidemiologica a cura del Dipartimento malattie infettive dell’Istituto Superiore di Sanità, nella settimana dal 2 all’8 dicembre 2019 gli italiani contagiati sono saliti a 887mila, in avvicinamento al milione. Il numero tiene conto delle persone che hanno contratto il virus dell’influenza dall’inizio della stagione e della sorveglianza sui contagi che avviene con il contributo dei medici di medicina generale (MMG), dei pediatri di libera scelta (PLS), dei referenti presso le Asl e le Regioni e della rete dei Laboratori di riferimento regionale. Le informazioni così raccolte sui contagi vengono pubblicate sul bollettino Influnet. Si tratta dunque di persone che si sono ammalate durante tutto l’arco di tempo che va dal 14 ottobre, inizio della sorveglianza, a oggi. Dunque la maggior parte delle persone nel frattempo è guarita (o deceduta purtroppo). Non sono tutte le persone che in questo momento sono ammalate.

LEGGI ANCHE –> ALLARME INFLUENZA 2019-2020 E ALTRI VIRUS, 14 MILIONI A LETTO: PREVISIONI E CONSIGLI DELL’ESPERTO

Riguardo ai casi più recenti, invece, nell’ultima settimana presa in esame, quella dal 2 all’8 dicembre, i contagi sono stati 174mila, con un’incidenza di 2,88 casi per mille assistiti. Si tratta della 49^ settimana di rilevazione dei dati. “La circolazione virale inizia ad intensificarsi e la curva epidemica delle sindromi simil-influenzali si avvicina alla soglia epidemica che determina l’inizio del periodo epidemico”, si legge nel bollettino.

I valori più alti di contagio a livello regionale riguardano: Piemonte (3,63 casi su mille), Lombardia (4,85 casi su mille), la provincia autonoma di Trento (4,65 casi), Friuli Venezia Giulia (3,08 casi),  Emilia-Romagna (3,39), Marche (3,36), Abruzzo (3,68 casi) e Sicilia (3,13 casi su mille). In queste regioni è stata superata la soglia epidemica.

Influenza in Italia settimana 2-8 dicembre 2019 (Influnet)

Come sempre, i più colpiti sono i bambini, con l’incidenza dei contagi maggiormente elevata. Nella fascia da 0 a 4 anni, l’incidenza è pari a 6,64 casi per mille assistiti, il doppio rispetto agli adulti. Nella fascia di età 5-14 anni l’incidenza è di 2,87 casi su mille, in quella 15-64 anni è di 3,07 casi, mentre tra gli individui di età pari o superiore a 65 anni l’incidenza è di 1,46 casi per mille assistiti.

Incidenza influenza in Italia settimana 2-8 dicembre 2019 (Influnet)

Come indicato dal bollettino di FluNews-Italia, nella settimana dal 2 all’8 dicembre 2019, la 49^ di sorveglianza, pur essendosi intensificata la circolazione virale dell’influenza, con l’avvicinamento ala soglia epidemica, non sono stati ancora registrati casi gravi né decessi. Durante la quarta settimana di sorveglianza virologica (49/2019) per la stagione 2019/2020, rimangono bassi i livelli di circolazione dei virus influenzali. Nel complesso, dall’inizio della stagione, sono stati identificati 31 ceppi di tipo A e 5 di tipo B.

Durante la 48a settimana del 2019 la mortalità generale è stata inferiore al dato atteso, con una media giornaliera di 192 decessi rispetto ai 203 attesi.

LEGGI ANCHE –> INFLUENZA 2019-2020: ISOLATO IL PRIMO VIRUS IN ITALIA SU DI UNA BAMBINA

Sebbene nella maggior parte dei casi l’influenza si risolva nel giro di pochi giorni, è comunque una malattia da non sottovalutare.

Per evitare complicanze, soprattutto per i soggetti più a rischio è raccomandata la vaccinazione antinfluenzale, che si può fare dal medico di famiglia gratuitamente per alcune categorie: anziani sopra i 65 anni, bambini di età superiore ai 6 mesi, ragazzi e adulti fino a 65 anni affetti da malattie che aumentano il rischio di complicanze da influenza, in genere coloro che sono affetti da malattie croniche, come il diabete, e le donne in gravidanza. Si fa ancora in tempo a fare il vaccino.

Le informazioni con i bollettini sull’epidemia di influenza le trovate sui portali: InflunetFluNews-Italia e Influweb.

Che dite unimamme? L’influenza è arrivata a casa vostra, vi siete ammalate voi o i vostri bambini?

LEGGI ANCHE –> INFLUENZA: UNA MALATTIA DA NON SOTTOVALUTARE. I MITI DA SFATARE SECONDO L’OMS

Per restare sempre aggiornato su notizie, ricerche e tanto altro continua a seguirci sui nostri profili FACEBOOK INSTAGRAM o su GOOGLENEWS.

Influenza: quasi un milione di italiani a letto malati, i dati aggiornati – Universomamma.it