Pedofilia nella Chiesa: record di casi denunciati

ULTIMO AGGIORNAMENTO 11:12

Pedofilia nella Chiesa: il drammatico aggiornamento di Padre Kennedy.

pedofilia nella Chiesa
Pedofilia nella Chiesa: record di casi denunciati Universomamma.it

Unimamme, solo qualche giorno fa il Vaticano ha dato un annuncio rivoluzionario, quello dell’abolizione del segreto pontificio nel caso di violenze sessuali sui bambini o adulti vulnerabili. Questo rientra nei provvedimenti voluti da Papa Francesco per combattere la pedofilia, dentro e fuori le mura della Chiesa. Le denunce infatti si moltiplicano.

Casi di pedofilia nella Chiesa: la situazione

Quest’anno l’ufficio vaticano che riceve le denunce di abusi sessuali da parte del clero ha registrato la cifre di 1000 casi segnalati da tutto il mondo. A dare questa drammatica notizia è stato Padre Joseph Kennedy, Ufficio della Sezione Disciplinare nella Congregazione per la dottrina della fede. Le segnalazioni giungono da tutti i luoghi del mondo, anche da Paesi che fino ad ora non avevano mostrato casi. Padre Kennedy si riferisce certamente a casi ecclatanti come: Argentina, Messico, Cile, Italia, Polonia e Stati Uniti. A proposito dello scandalo scoppiato in Cina che ha coinvolto Fernando Karadima Papa Francesco aveva ammesso che la Chiesa non aveva reagito in tempo.

LEGGI ANCHE > VESCOVO CONDANNATO PER PEDOFILIA, MA NON è STATO SPRETATO – FOTO

Per anni, Karadima, ha abusato di ragazzi affidati a lui mentre i suoi superiori lo coprivano. Padre Kennedy ha detto che il personale che si occupa delle segnalazioni di casi di abuso si sente sopraffatto. “Per evadere tutti i documenti relativi al 2019, il quadruplo di quanti se ne gestivano un decennio fa, il personale. Stiamo effettivamente assistendo a uno tsunami di casi, al momento, in particolare da Paesi di cui non abbiamo mai sentito parlare prima”. Riguardo il problema della fede per le persone coinvolte e i loro famigliari, Padre Kennedy aggiunge: “suppongo che se non fossi un prete e se avessi un bambino maltrattato, probabilmente smetterei di andare a messa”. Il prelato ha aggiunto che il Vaticano si è impegnato a prendere in considerazione tutti i casi sottoposti e di farlo con attenzione. “Li esamineremo dal punto di vista forense e garantiremo il giusto risultato. Non si tratta di riconquistare la gente, perché la fede è qualcosa di molto personale. Ma almeno diamo alla gente la possibilità di dire: ‘Forse diamo alla chiesa una seconda possibilità di ascoltare il messaggio”. Unimamme, voi avete seguito gli ultimi casi eclatanti di preti pedofili e la lotta del Pontefice contro di loro? Cosa ne pensate di quanto riportato su Tgcom24?

Per restare sempre aggiornato su richiami, notizie e tanto altro continua a seguirci sui nostri profili FACEBOOK INSTAGRAM o su GOOGLENEWS.

pedofilia nella Chiesa
Pedofilia nella Chiesa: record di casi denunciati Universomamma.it