La pedopornografia non è un reato grave per i politici: la denuncia di un esperto | FOTO
La pedopornografia non è un reato grave per i politici: la denuncia di un esperto | FOTO

La pedopornografia non è un reato grave per i politici: la denuncia di un esperto | FOTO

Bocciato l’emendamento che avrebbe allargato l’uso del trojan per le intercettazioni anche ai reati contro la detenzione di materiale pedopornografico.

Un emendamento, il numero 2.42 che avrebbe potuto allargare le intercettazioni ai reati contro la detenzione di materiale pedopornografico è stato bocciato.

intercettazioni pedofilia
La pedopornografia non è un reato grave per i politici la denuncia di un esperto FOTO Universomamma.it

intercettazioni: bocciato un emendamento

Il decreto si riferisce alla normalizzazione dei captori informatici, i virus spia che, installati in un dispositivo, permettono di prenderne il controllo esternamente. La nuova norma allarga i limiti della Legge scritta da Orlando nel 2017, questa consente ai pm maggior possibilità nel ramo dei reati della pubblica istruzione. La Lega aveva proposto di garantire le intercettazioni per alcuni reati sessuali contro i minorenni.

La pedopornografia non è un reato grave per i politici la denuncia di un esperto FOTO Universomamma.it

A questo proposito Don fortunato Di Noto, da sempre impegnato nella lotta contro la pedofilia, si è espresso a questo proposito su Facebook: “se qualche giornalista ritenesse rendere pubbliche le mie dichiarazioni, ne sarei grato… dato che è difficile far passare certi messaggi, lo ringrazio. Oggi, in una accesa discussione, mi è stato detto che la pedofilia e la pedopornografia non è una emergenza. Aver bocciato un emendamento al Senato che prevedeva la intercettazione telematica per questo reato, mi si diceva, è solo propaganda. Non mi andava di discutere ideologicamente (che grave cosa!!) su queste questioni delicate e che dovrebbero unirci nella lotta comune e senza tentennamenti. Oltre che mi chiedo che fine ha fatto l’Osservatorio nazionale contro la pedofilia e la pedopornografia.
Ieri notte Meter ha segnalato a diverse Polizie nel mondo (anche in Italia) n. 24.384 video pedopornografici (dai neonati e minori di 12/13 anni), una enormità. Gli autori dell’abuso (già avvenuto) e i detentori, divulgatori e commercianti…resteranno sempre impuniti. Qualcuno mi dica il contrario. Tutto documentato. Lo assicuro, da 30 anni.”

La detenzione di immagini sessuali di minorenni prevede una pena di 3 anni di carcere, le intercettazioni col trojan sono consentite però per reati più gravi che abbiano però una pena superiore a 5 anni (la prostituzione minorile e la diffusione di foto e video pedopornografico) . Unimamme, cosa ne pensate di quanto raccontato su Il Giornale?

LEGGI ANCHE > PEDOFILIA E PEDOPORNOGRAFIA IN AUMENTO: I DATI SHOCK DEL REPORT METER

Per restare sempre aggiornato su notizie, ricerche e tanto altro continua a seguirci sui nostri profili FACEBOOK INSTAGRAM o su GOOGLENEWS.

intercettazioni pedofilia
La pedopornografia non è un reato grave per i politici la denuncia di un esperto FOTO Universomamma.it