Coronavirus in Italia | Diminuiscono i decessi | I dati aggiornati | FOTO

Coronavirus in Italia: diminuiscono i decessi. Un lieve aumento dei nuovi contagi. I dati aggiornati dalla Protezione Civile.

coronavirus italia diminuiscono decessi
(Nuovo ospedale Covid-19 a Verduno, in Piemonte. Foto di MARCO BERTORELLO/AFP via Getty Images)

La buona notizia sui dati aggiornati sull’epidemia di Coronavirus in Italia è il netto calo dei deceduti rispetto agli ultimi due giorni. Domenica 29 marzo, la Protezione Civile ha segnalato 756 nuovi decessi. Un numero sempre troppo elevato, ma nettamente inferiore alle cifre drammatiche di 889 persone morte ieri, sabato 28 marzo, e delle 969 morte venerdì 27 marzo (sebbene il dato reale fosse di 919 perché 50 erano riferite al giorno prima). Sale lievemente il numero dei nuovi contagi, oggi 3.815 dai 3.651 di ieri, ma il trend rimane costante. Venerdì 27 marzo i nuovi contagi erano stati 4.401. Il numero delle persone attualmente positive al Coronavirus è di 73.880. Dall’inizio dell’epidemia sono 97.689 i casi complessivi di Covid-19 in Italia, con un incremento giornaliero di 5.217 casi (inclusi anche i guariti e i deceduti), in calo dai 5.974 di ieri.

I guariti oggi aumentano meno, sono 646 in 24 ore, per un numero complessivo di 13.030 dall’inizio dell’epidemia. I morti complessivi sono invece 10.779. Di seguito i dati aggiornati dalla Protezione Civile.

Coronavirus in Italia: diminuiscono i decessi, i dati aggiornati

Siamo ancora nel pieno dell’epidemia di Coronavirus in Italia e sebbene qualche dato positivo ci sia è ancora presto per abbassare la guardia, per questo motivo le misure di contenimento saranno estese ben oltre il 3 aprile, ormai arrivato, e per quanto non ci sia ancora una scadenza ufficiale si parla di almeno altre due settimane. Sarà dunque una Pasqua in quarantena.

Lo stesso ministro della Salute, Roberto Speranza, ha dichiarato: “Siamo ancora nel pieno dell’epidemia. Sarebbe un grave errore abbassare la guardia proprio orasi finirebbe per vanificare quanto fatto fino ad oggi. I sacrifici di queste settimane sono seri”. “Gli epidemiologici affermano che si vedono i primi effetti del contenimento – ha aggiunto il ministro -. Non siamo però ancora al cambio di fase. Servirà tempo e gradualità”.

I dati comunicati dalla Protezione Civile domenica 29 marzo riportano un lieve aumento nei nuovi contagi, con 3.815 nuovi positivi oggi rispetto ai 3.651 di ieri, ma si conferma il trend generale. Le persone attualmente positive al Covid-19 sono 73.880. I nuovi guariti sono 646, per un totale di oltre 13mila persone. Mentre è positivo, sebbene ancora drammatico, il bilancio dei decessi che scende ai 756 di oggi, in netto calo rispetto agli ultimi due giorni (889 e 969). Il numero complessivo delle persone decedute dall’inizio dell’epidemia è di 10.779. I casi totali di Coronavirus in Italia dall’inizio dell’epidemia si stanno avvicinando ai 100mila, con i 97.689 di oggi, con un incremento di  5.217 in un giorno (che include nuovi positivi, deceduti e guariti), che tuttavia è il più basso registrato finora, con una percentuale di incremento del 5,6%.

LEGGI ANCHE –> TROPPI GLI OPERATORI SANITARI CONTAGIATI DA COVID-19: I NUMERI E L’APPELLO DI UN MEDICO | FOTO

Casi di Covid-19 in Italia aggiornati a domenica 29 marzo 2020

  • 73.880 attualmente positivi al Covid-19: +3.815 casi dal 28 marzo (ieri l’incremento è stato di 3.651 casi)
  • 13.030 i guariti: pari a +646 da ieri;
  • 10.779 i morti: pari a +756 da ieri.

A incidere ancora sul dato nazionale dei decessi è quello della Lombardia, dove oggi si sono registrati 416 decessi, comunque in calo dai 542 di ieri.

Tra i 73.880 positivi al Coronavirus alla data del 29 marzo:

  • 42.588 si trovano in isolamento domiciliare (ieri erano 39.533);
  • 27.386 sono ricoverati con sintomi (ieri erano 26.676);
  • 3.906 sono in terapia intensiva (ieri erano 3.856, +50 in un giorno, in netto calo rispetto ai giorni precedenti).

“Il calo dei ricoveri nelle terapie intensive e dei deceduti ci danno dati solidi”, ha commentato Luca Richeldi pneumologo del comitato tecnico scientifico dell’Istituto Superiore di Sanità. Sono “grandi cambiamenti nell’ordine del 10-15%” che dipendono dalle “misure messe in atto” e da un “sistema sanitario che sta rispondendo”, ha sottolineato l’esperto. “Non dobbiamo fermarci ai numeri ma sono dati che devono far riflettere e ci incoraggiano nel messaggio che con i nostri comportamenti salviamo delle vite”, ha aggiunto Richeldi.

La distribuzione dei casi di Covid-19 su base regionale al 29 marzo 2020.

La regione Lombardia, la più colpita in Italia, con quasi la metà di tutti i casi nazionali, 41.007 dall’inizio dell’epidemia, ha un miglioramento dei dati. Positivo è il numero dei pazienti in terapia intensiva che nelle ultime 24 ore sono aumentati solo di 9 unità: 1.328 dai 1.319 di ieri. Negli ultimi giorni, invece erano cresciuti di 27 e 29 pazienti. Un dato che fa ben sperare. I decessi che nei giorni precedenti erano stati 541, venerdì 27 marzo, e 542, sabato 28 marzo, sono stati oggi 416. Sempre troppi, ma 126 in meno sono un dato più che positivo. Il numero complessivo delle persone decedute in Lombardia è di 6.360. I guariti totali, invece, sono arrivati a 9.255, con un aumento di 923 in un giorno. Le persone attualmente positive a Covid-19 in regione sono 25.392, cresciute di 883 nuovi casi nelle ultime 24 ore.

La pandemia di Covid-19

Continuano a crescere i numeri della pandemia di Covid-19 nel mondo, arrivando a 710.918 contagi alla sera del 29 marzo. Un numero che cresce in modo esponenziale, guidato dagli Stati Uniti che sono diventati il principale focolaio di Coronavirus al mondo, con 135.499 casi. Cresce molto velocemente anche la Spagna, che si sta avvicinando all’Italia nel numero di morti, arrivati a 6.606. Mentre è ridotta la crescita dei nuovi contagi in Cina che sono per lo più di importazione, tanto che il Paese ha chiuso i collegamenti con l’estero.

I Paesi con il maggior numero di casi di Covd-19 nel mondo:

  1. Stati Uniti: 135.499
  2. Italia: 97.689
  3. Cina: 82.122
  4. Spagna: 78.799
  5. Germania: 60.659
  6. Francia: 40.704
  7. Iran: 38.309
  8. Regno Unito: 19.772
  9. Svizzera: 14.829
  10. Paesi Bassi: 10.926
  11. Belgio: 10.836
  12. Corea del Sud: 9.583

Che ne pensate unimamme?

LEGGI ANCHE –> CORONAVIRUS IN ITALIA | CHI SI AMMALA E CHI MUORE SECONDO L’ISTITUTO SUPERIORE DI SANITÀ

Informazioni aggiornate sull’epidemia di coronavirus e su come comportarsi sul portale web del Ministero della Salute: www.salute.gov.it/nuovocoronavirus

Per restare sempre aggiornato su richiami, notizie e tanto altro continua a seguirci sui nostri profili Facebook e Instagram o su GoogleNews.

(Volontari a Milano. Foto di MIGUEL MEDINA/AFP via Getty Images)