Scuola dell’infanzia: i risultati del rapporto Invalsi | FOTO

ULTIMO AGGIORNAMENTO 16:40
0
56

Gli alunni delle scuole materne hanno una bassa autostima: i risultati del rapporto invalsi, il primo in una materna. 

scuola infanzia risultati rapporto invalsi
Scuola dell’infanzia: i risultati del rapporto Invalsi | FOTO | Universomamma.it

Nella mattinata del 15 luglio, l’INVALSI ha presentato i risultati della sperimentazione del Rapporto di autovalutazione per la scuola dell’infanzia,”Rav Infanzia“.

La sperimentazione ha coinvolto 1.828 istituzioni scolastiche:

  • 464  mediante campionamento statistico
  • 1.364 autocandidate

Hanno partecipato le scuole dell’infanzia delle tre principali tipologie:

  • 1.155 statali (pari al 63,2% del totale)
  • 80 comunali (4,4%)
  • 593 paritarie (32,4%)

LEGGI ANCHE —> RAPPORTO INVALSI 2019: UNO STUDENTE SU TRE IN TERZA MEDIA NON COMPRENDE L’ITALIANO

I risultati del rapporto di autovalutazione per l’infanzia

Il rapporto di autovalutazione pone al centro tre ingredienti fondamentali:

  • sviluppo integrale della persona
  • benessere
  • apprendimento

In Italia abbiamo la percentuale tra gli iscritti più alta:

  • il 94% dei bambini tra i 3 e i 6 anni è iscritto alla materna
  • il 14 % vive in famiglie con problemi sociali ed economici.

Le comunità scolastiche nell’Infanzia sono contenute, con una media di 12 bambini per insegnante. Il dato varia di poco da regione a regione:

  • Lazio e Sicilia hanno una media di 14 bambini per insegnante
  • Basilicata, Calabria e Friuli Venezia Giulia dieci

Secondo questo studio che ha coinvolto 1.828 istituzioni statali, comunali e paritarie:

  •  il 51,9% delle scuole dell’infanzia non possiede palestre nella propria struttura
  • il 21,7 % non dispone di grandi sale
  •  Il 65,7 % ha almeno un laboratorio
  • nell’83,4 % delle scuole è quindi presente la mensa
  • oltre la metà possiede una cucina all’interno della struttura scolastica
  • solo il 15 % di questi istituti possiede un teatro
  • oltre il 70% ha spazi polifunzionali esterni

Riguardo gli alunni e la loro relazione con se stessi, con la scuola e con le insegnanti:

  • 77,8% dei bambini hanno relazioni molto positive con i docenti
  • 77,1 % si sentono molto sicuri
  • 52% dei docenti ritiene che i propri alunni non abbia intorno buone condizioni di apprendimento.
  •  bassa l’autostima nei bambini: solo il 28,7 % si dichiarano tali, il parere è sempre mediato dai docenti
  •  soltanto il 26 % dei bambini, sempre secondo gli insegnanti, abbia acquisito la lateralizzazione e sappia così distinguere la mano destra dalla sinistra, essenziale per imparare a leggere, scrivere e contare.

LEGGI ANCHE —> LINEE GUIDA PER LA RIAPERTURA DELLE SCUOLE: LE ISTRUZIONI PER SETTEMBRE | VIDEO

Per quanto riguarda la scuola dell’infanzia, la presenza media a scuola è di 65 bambini:

  • La Lombardia presenta il valore più alto: 82
  • La Valle d’Aosta conta in media 33 scolari

Dei 65 bambini 11 di media hanno cittadinanza non italiana:

  • 19 in Emilia Romagna

Nel “rapporto” si legge che i primi 8 anni di apprendimento sono i più importanti per un essere umano. Secondo Anna Maria Ajello non ci saranno prove invalsi per l’infanzia.

  • nel comparto l’età dei docenti è alta, il 40% ha 55 anni o più
  •  l’80 % dei docenti, ancora, possiede un diploma di scuola secondaria
  • 72 % ha una stabilità di servizio nella scuola in cui insegna da almeno cinque anni
  • Due terzi degli intervistati si autocolloca in posizione elevata nell’autovalutazione
  • ma solo 1 docente su 5 dichiara di utilizzare “strumenti formalizzati” per aiutare i propri alunni nell’apprendimento.

Come si può leggere sul rapporto, le finalita di questa indagine sono:

La finalità principale dell’autovalutazione è quella di promuovere una
riflessione da parte del personale scolastico e delle altre componenti
della comunità scolastica”

“Tale riflessione, basata su dati ed evidenze, consente di individuare
le priorità di miglioramento di ogni scuola”

“La guida all’autovalutazione RAV Infanzia cartacea è lo strumento
che riscontra una soddisfazione media più elevata e una
convergenza tra scuole di tipo diverso, confermando l’utilità
soprattutto formativa della sua funzione rispetto al processo di
autovalutazione.”

E voi care unimamme cosa ne pensate dei risultati di questo rapporto?
Per restare sempre aggiornato su notizie, ricerche e tanto altro continua a seguirci sui nostri profili FACEBOOK INSTAGRAM o su GOOGLENEWS.
scuola infanzia risultati rapporto
Scuola dell’infanzia: i risultati del rapporto Invalsi | FOTO | Universomamma.it