Due segreti per educare i figli che i genitori hanno dimenticato

Per educare i figli ed instaurare un dialogo costruttivo con loro servono 2 cose. Secondo Paolo Crepet oggi i genitori lo hanno dimenticato

educare i figli
Due segreti per educare i figli che non tutti conoscono | Universomamma.it (fonte:adobe)

Oggi ai genitori spesso mancano due qualità molto importanti, per educare i propri figli servono ” autorevolezza e ascolto “.

Vorrei che gli adulti che incontrerai fossero capaci di autorevolezza, fermi e coerenti: qualità dei piú saggi. La coerenza, mi piacerebbe per te”, scrive Paolo Crepet nella prefazione del suo libro, nel quale parla con toni di critica e indignazione nei confronti del pubblico adulto che pare abbia oggi dimenticato che spetta a loro l’arduo compito di educare. I genitori di oggi, sommersi dai troppi impegni di lavoro, che come asserisce l’autore, oggi serve per permetterci il superfluo, non sono in grado di stabilire un dialogo costruttivo con i propri figli.

Per educare i figli servono autorevolezza e ascolto, parola di esperto

ascolto
Due segreti per educare i figli che non tutti conoscono | Universomamma.it (fonte:adobe)

A proposito dell’autorevolezza, tutti i genitori si chiedono come essere con i propri figli severi o indulgenti soprattutto se si tratta del primo figlio però non esiste una formula perfetta, ogni bambino è differente così come sono differenti ogni mamma e ogni papà. I bambini hanno bisogno di regole e le regole devono essere chiare e coerenti, inoltre i genitori devono comportarsi come coppia e prendere posizione di fronte al figlio insieme, essere autorevoli e mantenere la propria posizione, altrimenti il bambino se ne approfitta.

LEGGI ANCHE —> MAMMA DENUNCIA GIRO DI PEDOPORNOGRAFIA : 30 ADOLESCENTI INDAGATI

Oltre le regole ci vogliono anche le punizioni ma devono essere proporzionate, i bambini devono conoscere i limiti che non possono superare. Certo comunque è importante che l’atmosfera familiare sia sempre gradevole.

Se il bambino supera questi limiti non bisogna reagire con violenza l’autoritarismo non è mai una soluzione. L’importante è tenere il punto e se il bambino continua avere un comportamento scorretto non bisogna minacciarlo senza poi punirlo, questo vi renderà poco autorevoli.

È importante che ci siano anche momenti in cui lo elogiate, quelli buoni, perché nell’educazione ci vuole equilibrio, insieme alla coerenza aumenta l’autorevolezza dei genitori e rende anche al bambino le regole più chiare.

È importante che per quanto riguarda i figli, la visione della mamma e del papà siano concordi, altrimenti i bambini sono molto bravi ad individuare i punti deboli e fare leva su questi.

Quando i bambini sono molto irrequieti e difficili da gestire prima di tutto bisogna escludere che ci sia una sindrome da deficit di attenzione o da iperattività, l’irrequietezza è un sintomo di disagio all’interno della famiglia, prima di passare alle punizioni meglio chiedersi se siamo noi la causa di questo comportamento.

EGGI ANCHE —> COPPIA NUDA A CASA DI UN RAGAZZINO PER PARLARE DI PORNOGRAFIA

Un altro punto importante di cui parla Crepet è l’ascolto: a volte non diamo importanza a quello che dicono perché sono bambini o ragazzi, invece per loro esprimersi è molto importante per poter liberare le loro emozioni e poi c’è sempre da imparare dai bambini. Loro sanno perdonare, andare oltre e guardare senza pregiudizi, alcuni di loro possono avere dei vissuti difficili quindi è bene essere accoglienti in modo che possano aprirsi con noi adulti.

È importante nel tram tram della vita quotidiana, trovare del tempo per loro per ascoltarli, sedersi e guardarli negli occhi, questo gli dimostrerà che abbiamo interesse, rispetto e desiderio di comprendere il loro punto di vista.

I nostri figli esprimono le loro emozioni in molti modi diversi e sta a noi decifrarli. Da quando sono piccoli ovviamente i modi di esprimersi possono cambiare: sono il pianto, il gioco, il disegno, il comportamento, talvolta il mal di pancia o il mal di testa. E’ molto importante dare peso e ascolto alle loro ansie e alle loro paure senza sminuirle, bisogna mettersi nei loro panni e ascoltarli, è importante quello che loro sentono che provano, non facciamoli sentire deboli per quello che provano, in questo modo li aiutiamo a riconoscere e gestire le loro emozioni che è importantissimo affinché diventino delle persone stabili, con una buona autostima e fiducia in loro stessi e negli altri.

Per loro è importante sapere che saremo lì pronti a sostenerli sempre, con la nostra presenza emotiva e attraverso il contatto. Trovare il tempo per i nostri figli deve essere un imperativo, da questo dipenderà l’adulto che saranno un domani.

LEGGI ANCHE —> L’INDIA BLOCCA L’APP TIK TOK: “ISTIGA ALLA PORNOGRAFIA ED ATTIRA I PEDOFILI”

autorevolezza
Due segreti per educare i figli che non tutti conoscono | Universomamma.it (fonte: adobe)
Care unimamme sapevate quanto è importante ascoltare i vostri bambini ed essere autorevoli con loro? Personalmente è stato lungo il mio cammino per imparare ad ascoltare e capire i miei figli ed ancora ho molto da imparare. Sotto l’aspetto dell’essere autoritaria è stato per me più naturale imparare ad esserlo, anche se c’è sempre da imparare ed ancora non ho attraversato la difficilissima fase dell’adolescenza.
Per restare sempre aggiornato su notizie, ricerche e tanto altro continua a seguirci sui nostri profili  su GOOGLENEWS.