Covid-19 e influenza: come distinguere le due malattie

Come distinguere Covid-19 e influenza in arrivo dell’autunno. I consigli degli esperti.

covid-19 influenza
Covid-19 e influenza: come distinguere le due malattie – Universomamma.it (Adobe Stock)

L’autunno è alle porte e con l’arrivo della nuova stagione arrivano anche i raffreddori e le sindromi influenzali. Un problema molto serio perché i sintomi di queste infezioni sono molto simili a quelli del Covid-19. Diventa allora fondamentale saper distinguere tra le varie patologie per non rischiare di finire come lo scorso inverno, quando le infezioni da coronavirus Sars-CoV-2 circolavano già ma sono state scambiate per influenze o raffreddori.

LEGGI ANCHE: CORONAVIRUS: NEI BAMBINI UNA GRAVE SINDROME INFIAMMATORIA

Ora ne sappiamo di più, abbiamo imparato a conoscere meglio il virus e i suoi sintomi e di conseguenza a distinguerlo dalle altre infezioni respiratorie. Di seguito le indicazioni su come distinguere Covid-19 e influenza. Inoltre, è buona cosa cominciare a pensare alla vaccinazione antinfluenzale per la prossima stagione, proprio per non rischiare la confusione tra le due malattie.

Covid-19 e influenza: consigli per distinguere le due malattie

covid-19
Covid-19 e influenza: come distinguere le due malattie – Universomamma.it (Adobe Stock)

È importante riconoscere e saper distinguere i sintomi dell’influenza e quelli del Covid-19 per non confondere le due malattie quando inizierà l’autunno e prenderà il via la stagione influenzale. Come distinguere le due infezioni respiratorie che possono avere sintomi molto simili ma che in realtà sono molto diverse? Segnaliamo lcuni suggerimenti degli esperti con i segnali di cui tenere conto, in particolare nei bambini.

Infatti, con la riapertura delle scuole e la suscettibilità dei bambini a raffreddori e virus influenzali, sarà determinante capire se in caso di infezione respiratoria abbiano contratto il virus dell’influenza o quello del raffreddore oppure il nuovo Coronavirus. In ogni caso determinante per stabilire se una persona ha contratto il Coronavirus è il tampone.

Ad esempio, nel caso di raffreddore, se un bambino ha i comuni sintomi di questa affezione respiratoria ma non altri sintomi, molto probabilmente avrà soltanto un raffreddore stagionale. Come riferisce il direttore del reparto di Pediatria dell’ospedale Buzzi di Milano, Gianvincenzo Zuccotti. Ricordiamo, tuttavia, che i bambini asintomatici possono essere contagiosi anche per settimane.

Occorre fare molta attenzione alla febbre. In caso di raffreddore con temperatura sopra i 37,5° C, molto probabilmente si tratta di Coronavirus. Il raffreddore semplice, infatti, di solito non dà febbre. Se invece oltre alla febbre sono presenti anche i sintomi tipici dell’influenza, allora per capire quale delle due malattie è presente occorre fare il tampone.

La perdita dei sensi dell’olfatto e del gusto è un tipico sintomo del Covid-19. La malattia, infatti, non fa più sentire odori né sapori e questo sintomo più essere più indicativo di quello della febbre. Bisogna fare attenzione, tuttavia, a non confondere la perdita del gusto e dell’olfatto con la difficoltà nel sentire gli odori e i sapori che è piuttosto comune nei raffreddori e nelle congestioni nasali. In questi casi, infatti, sapori e odori sono attenuati ma non scompaiono, come accade invece con il Covid-19. Indicativa in questo senso è la capacità di distinguere il sapore dolce da quello amaro. In caso di congestione nasale questa distinzione si sente, anche se i sapori in genere sono attenuati, invece nel caso di Covid-19 non si è in grado di percepire la differenza tra dolce a amaro.

LEGGI ANCHE: CORONAVIRUS E INFLUENZA STAGIONALE: ANALOGIE E DIFFERENZE SPIEGATE DA BURIONI | VIDEO

La tosse secca, stizzosa e insistente è un altro sintomo tipico del Covid-19. Tuttavia anche le infezioni respiratorie invernali possono causare questo tipo di tosse o una molto simile. Ad esempio, durante l’inverno circola il virus respiratorio sinciziale (RSV), che infetta l’apparato respiratorio provocando bronchiti asmatiformi e bronchioliti con tosse stizzosa come sintomo. In questi casi, solo il tampone può fugare tutti i dubbi. Poi, se la tosse secca è accompagnata dalla febbre, è molto probabile che si sia in presenza di Covid-19.

Altri sintomi, sebbene meno frequenti, possono essere indicativi di una infezione da Covid-19: la congiuntivite e i disturbi gastrointestinali (nausea, vomito e diarrea).

Infine, anche se i sintomi di influenza e Covid-19 sono simili, quello che può fare la differenza e dunque è indicativo se si è in presenza di una o dell’altra malattia è l’ordine in cui si manifestano. Secondo alcuni studi, infatti, il primo sintomo del Covid-19 che si manifesta nella maggior parte dei pazienti infetti è la febbre, seguito dalla tosse secca, poi dai dolori muscolari e in alcuni casi anche da nausea, vomito e diarrea. Invece, nell’influenza è di solito la tosse a manifestarsi prima della febbre. Tosse che può anche essere grassa, peraltro.

Fate dunque molta attenzione al tipo di sintomi e al momento in cui si manifestano. In ogni caso sarà il tampone a certificare la presenza del virus Sars-CoV-2. A questo scopo, per differenziare influenza da Covid-19, il governo punta all’adozione dei tamponi rapidi, già utilizzati negli aeroporti, nei porti e nelle stazioni, in grado di dare un risultato immediato. Inoltre, dovrebbe essere impiegato nelle prossime settimane anche un nuovo multi-test rapido in grado di individuare la positività sia al Covid-19 sia ai virus influenzali, come scrive IlSole24Ore. Questo nuovo strumento aiuterebbe a formulare diagnosi più sicure, distinguendo tra Covid e influenza, in vista della stagione dei virus influenzali.

covid-19 influenza
Covid-19 e influenza: come distinguere le due malattie – Universomamma.it (Adobe Stock)

LEGGI ANCHE: COVID-19, RAPPORTO ISTAT-ISS: I DECESSI SONO CAUSATI DIRETTAMENTE DAL VIRUS

Che ne pensate unimamme?

Per restare sempre aggiornato su notizie, ricerche e tanto altro continua a seguirci su GOOGLENEWS.