Covid, perché i bambini sembrano essere immuni? La risposta definitiva

ULTIMO AGGIORNAMENTO 12:59
0
31

Un recente studio ha dimostrato il perchè i bambini che si ammalano di covid hanno sintomi inferiori a quelli degli adulti.

Covid
Foto da Adobe Stock

Un recente studio ha cercato di spiegare come mai i bambini rispetto agli adulti sviluppino generalmente la malattia, il covid, in forma meno preoccupante, per fortuna. Per fare questo hanno paragonato la reazione del sistema immunitario al covid.

LEGGI ANCHE: BAMBINI ASINTOMATICI AL CORONAVIRUS, UN METODO PER SCOPRIRLI

La ricerca è stata pubblicata sul Science Translational Medicine ed è stata portata avanti da un gruppo di scienziati dell’Albert Einstein College of Medicine e del Children’s Hospital at Montefiore di New York in collaborazione con l’Università di Yale, come riportato anche da Focus.

Covid, reagiscono meglio i bambini degli adulti: la risposta in uno studio

Covid sintomi
Foto da Adobe Stock

Per effettuare lo studio sono stati studiati 60 pazienti adulti e 65 pazienti in età pediatrica, meno di 24 anni che sono stati contagiati dal covid-19 tra i mesi di marzo e di maggio 2020.

Per effettuare la ricerca sono stati studiati diversi tipi di cellule immunitarie sviluppate dai pazienti, sugli anticorpi e sulle proteine infiammatorie, le citochine, prodotte come reazione all’infezione.

Del gruppo under 24, solo 8% ha avuto bisogno di ventilazione meccanica, mentre per gli adulti la percentuale è molto più elevate, 37%. I decessi nel gruppo pediatrico sono stati 2, contro i 17 dell’altro gruppo.

LEGGI ANCHE: RISCHIO DI COVID-19 A SCUOLA: IMPORTANTE IL RICAMBIO DELL’ARIA

Perchè i bambini hanno reagito meglio? Per glia autori dello studio la risposta è tutta nel sistema immunitario. I bambini hanno una immunità innata o aspecifica più potente e che è in grado d’intervenire rapidamente, ma in maniera non specializzata all’invasione di patogeni.

Inoltre, i pazienti con covid mostravano livelli molto più elevati di alcune citochine – come la IL-17A – associate alla risposta immunitaria innata. Per i ricercatori, queste proteine sono in grado di dalla sindrome da distress respiratorio acuto (ARDS), una forma di insufficienza respiratoria che è tra una delle complicazioni più temute della CoViD-19.  Invece, in pazienti che avevano avuto complicanze gravi o che purtroppo non ce l’hanno fatta si sono trovati alti livelli di anticorpi neutralizzanti specifici contro il SARS-CoV-2, molti di più di quelli presenti nei bambini.

LEGGI ANCHE: CORONAVIRUS COLPISCE MENO LE DONNE DEGLI UOMINI: LA SPIEGAZIONE SCIENTIFICA

Uno degli autori dello studio, Kevan C. Herold, ha commentato: “Questi risultati suggeriscono che le forme più gravi di CoViD-19 negli adulti non sono causate da un insuccesso della loro immunità adattiva nel montare una risposta anticorpale o di cellule T. Piuttosto, i pazienti adulti rispondono all’infezione da coronavirus con una risposta immunitaria adattiva troppo vigorosa che può favorire l’infiammazione associata all’ARDS“.

Covid scuola
Foto da Adobe Stock

Questo studio è molto importante e potrebbe essere preso in considerazione per curare alcuni pazienti ed anche per trovare il vaccino: “Potremmo voler considerare vaccini che promuovono l’immunità in altri modi, per esempio potenziando la risposta immunitaria innata“.

Voi unimamme eravate a conoscenza di questo studio? Cosa ne pensate?

Per restare sempre aggiornato su notizie, ricerche e tanto altro continua a seguirci su GOOGLENEWS.