Settembre d’Oro, il mese dedicato ai tumori pediatrici

ULTIMO AGGIORNAMENTO 16:54
0
49

Settembre è il mese dedicato alla campagna “Accendi d’Oro, accendi la speranza”, che vuole sensibilizzare le persone sui tumori pediatrici 

settembre d'oro tumori pediatrici
immagine da adobestock

I tumori pediatrici colpiscono ogni anno 2400 bambini solo in Italia, 35000 in tutta Europa.

Settembre d’Oro, nastrini e selfie per il mese dei tumori pediatrici

settembre d'oro tumori pediatrici
immagine da adobestock

La campagna “Accendi d’Oro, accendi la speranza” è una campagna di sensibilizzazione promossa dalla rete internazionale delle associazioni Childhood Cancer, formate dai familiari di bambini e ragazzi malati di cancro nel mondo. La campagna vuole richiamare l’attenzione sul cancro infantile, prima causa di morte tra le malattie non trasmissibili.

LEGGI ANCHE: GIORNATA MONDIALE CONTRO IL CANCRO 2020 | IL FUTURO DEI TUMORI E LA SITUAZIONE IN ITALIA

I principali monumenti ed edifici di tutto il mondo saranno illuminati con una luce dorata, in segno di solidarietà su questo tema così importante.

In Italia la Fiagop, Federazione Italiana Associazioni Genitori Oncoematologia Pediatrica, è la Onlus che promuove queste iniziative.

Quest’anno la campagna del Settembre d’oro avrà come tema principale i siblings, ovvero i fratelli e le sorelle dei piccoli pazienti che vivono in una condizione psicologica molto delicata, in una zona d’ombra dove non chiedono aiuto e si tengono dentro la rabbia e il dispiacere e tutte le sensazioni negative per non gravare sui genitori.

LEGGI ANCHE: BAMBINI MALATI DI CANCRO, IMPRESSIONANTE IL NUMERO DI ANNI PORTATI VIA DALLA MALATTIA

Altra iniziativa promossa dalla Fiagop è il selfie solidale: stampare un nastrino dorato, simbolo di questo Settembre d’oro, e scattare un selfie da condividere sui social con gli hashtag della campagna #accendidoro, #GoGold, #iostoconfiagop, #ShineGold può aiutare le famiglie e i malati a sentirsi meno soli.

I malati oncologici vivono una condizione tragica che influenza la loro vita ma anche quella di chi gli vuole bene e li cura. Nel caso dei bambini il cancro è una malattia che li tiene lontani dai loro compagni, dalla scuola, dalle attività quotidiane e li priva della loro infanzia e giovinezza. Circa il 20% di loro purtroppo non riesce a sopravvivere a questa terribile malattia, gli altri riportano conseguenze fisiche e psicologiche che condizionano le vite di tutta la loro famiglia.

LEGGI ANCHE: CANCRO: LE CURE INNOVATIVE AL BAMBIN GESÙ

La solidarietà verso questi piccoli malati e le loro famiglie si esprime in tanti modi: dal volontariato in ospedale all’aiuto economico, si cerca di rendere accettabile la loro condizione e fargliela pesare di meno. I fratelli e le sorelle dei malati vanno ancora di più compresi e aiutati a superare questi momenti perché si sentano in diritto di esprimere le proprie emozioni e il loro disagio e riescano a vivere la malattia dei loro parenti nel modo meno traumatico possibile.

settembre d'oro, mese tumori pediatrici
immagine da adobestock

Voi unimamme conoscevate il significato del nastrino dorato?

Per restare sempre aggiornato su notizie, richiami e tanto altro continua a seguirci su GoogleNews.