Checco Zalone in lutto: addio a Mirko, il ragazzino malato di Sma

ULTIMO AGGIORNAMENTO 14:02
0
24

Checco Zalone in lutto su Facebook da una triste notizia. Mirko Toller protagonista con lui di un video di sensibilizzazione, è morto.

Checco Zalone e Mirko Toller
Foto da fermo immagine video

In uno spot televisivo che era stato realizzato per raccogliere dei fondi a favore dell’associazione nazionale Famiglie Sma, aveva preso parte l’attore comico Checco Zalone ed un ragazzo di 17 anni, Mirko Toller. Oggi una triste notizia che è stata resa nota dal comico sulla sua pagina Facebook.

LEGGI ANCHE: BAMBINO BULLIZZATO PERCHé AFFETTO DA NANINSMO: LA RISPOSTA DEL MONDO| VIDEO

Mirko Toller era un ragazzo malato di Sma (atrofia muscolare spinale), ma con un sorriso che riempiva il cuore di chiunque lo incontrasse.

Checco Zalone in lutto: muore  il ragazzino con il quale fece una campagna contro la Sma

Checco Zalone spot
Foto da fermo immagine video

Ciao grande Mirko. Se puoi, da lassù, continua a mandarci il tuo sorriso, perché ne abbiamo ancora bisogno”. E’ con queste parole, molto semplici, ma super commoventi che Checco Zalone saluta Mirko Toller con il quale aveva girato un video nel 2016. Il ragazzo è, purtroppo, morto oggi all’età di 17 anni.

Lo spot era stato realizzato per raccogliere fondi per aiutare la ricerca per i malati di Sma. Il video, che per chi non lo ricorda o non lo avesse mai visto, riproponiamo, è proprio sullo stile del comico che con toni irriverenti ribalta i valori sui quali di solito si fa leva per indurre le persone a donare. Non si punta sulla pietà e sulla compassione, ma “l’egoistica voglia di far guarire chi è affetto dalla patologia per rendere a se stessi la vita più facile”.

LEGGI ANCHE: BAMBINO ABUSATO E SENZA GAMBE CAMMINA PER 275 MILA EURO| VIDEO

Lo spot ha raccolto milioni di visualizzazione anche grazie alla presenza di Mirko. Il video era stato girato nel 2016 ed iniziava con Mirko che tamponava con la sua carrozzina l’auto di Zalone, per poi bloccargli il passaggio sulle scale, non lo faceva dormire la notte e poi alla fine gli “ruba” anche il parcheggio: “Io chiamo la ricerca contro la Sma e dono un sacco di soldi, così tu guarisci e ti faccio un c… così“. Un video molto bello, ma anche commovente.

Voi unimamme sapevate di questa triste notizia?

Per restare sempre aggiornato su notizie, ricerche e tanto altro continua a seguirci su GOOGLENEWS.