Il Presidente Mattarella assegna medaglia d’oro a Willy: “Un luminoso esempio”

ULTIMO AGGIORNAMENTO 13:16
0
49

Il Presidente Mattarella ha conferito al giovane 21enne, Willy Monteiro, rimasto ucciso per proteggere un amico, una medaglia d’oro: ecco le motivazioni.

Willy Monteiro (fonte Instagram @ejayivanlac)
Willy Monteiro (fonte Instagram @ejayivanlac)

Sulla vicenda di Willy Monteiro si sta parlando ancora molto.

Il 21enne di Colleferro, come è noto, ha sacrificato la sua vita per quella di un amico proteggendolo dalle botte di quattro violenti assassini che non si sono fermati davanti a nulla, nemmeno a un ragazzo inerme che non aveva i mezzi per difendersi.

Ora i suoi assassini sono rinchiusi a Rebibbia, in attesa che inizi il processo, nella speranza che la giustizia faccia il suo corso.

Nel frattempo la famiglia di Willy sta facendo i conti con questa perdita straziante e ancora non tutti i suoi familiari hanno accettato la sua scomparsa.

Qualche giorno fa la sorella di Willy Milena, infatti, in occasione del primo mese dalla sua scomparsa, ha deciso di scrivere una lettera indirizzata al fratello in cui gli dichiara tutto il suo amore e il dolore che sta provando nel non averlo più accanto.

Un testo straziante che ha colpito moltissimo i lettori che si sono stretti accanto a lei, scrivedole commenti di supporto e un grande affetto.

Ma nelle ultime ore, per la famiglia Monteiro Duarte, è giunta una bellissima notizia. Infatti il Presidente della Repubblica Sergio Mattarella ha deciso di conferire a Willy, una medaglia d’oro al valor civile proprio per il suo coraggio.

Il Presidente Mattarella ha conferito una medaglia d’oro al merito a Willy Duarte

Willy Monteiro (fonte Instagram @presidiodellibrotufo)
Willy Monteiro (fonte Instagram @presidiodellibrotufo)

In questa vicenda le istituzioni hanno sempre mostrato una grande attenzione. Il Presidente Conte, saputo dell’evento, chiamò, qualche ora dopo, a nome di tutto il Governo, la famiglia per scusarsi di quanto fosse accaduto.

LEGGI ANCHE: Le forme di violenza su bambini e adolescenti: i dati allarmanti dell’Istat | FOTO

Adesso Mattarella ha deciso di conferire questa medaglia d’oro al ragazzo proprio per il suo straordinario coraggio che gli è costato la vita.

Ecco le motivazioni che hanno spinto il Presidente della Repubblica a firmare tale decreto, su proposta del Ministro dell’Interno Lamorgese: Con eccezionale slancio altruistico e straordinaria determinazione, dando prova di spiccata sensibilità e di attenzione ai bisogni del prossimo, interveniva in difesa di un amico in difficoltà, cercando di favorire la soluzione pacifica di un’accesa discussione. Mentre si prodigava in questa sua meritoria azione di alto valore civico, veniva colpito da alcuni soggetti sopraggiunti che cominciavano ad infierire ripetutamente nei suoi confronti con inaudita violenza e continuavano a percuoterlo anche quando cadeva a terra privo di sensi, fino a fargli perdere tragicamente la vita. Luminoso esempio, anche per le giovani generazioni, di generosità, altruismo, coraggio e non comune senso civico, spinti fino all’estremo sacrificio“.

LEGGI ANCHE: Bambino rinuncia alla medaglia d’oro e la consegna alla seconda classificata | FOTO

La medaglia al valore civile viene consegnata a tutte quelle persone che hanno messo la propria persona in pericolo per salvare quella di altri. In questo caso è proprio ciò che ha fatto Willy, sacrificandosi per il suo amico.

Oltre a Willy, il Presidente della Repubblica ha conferito la medaglia d’oro al merito civile anche a Don Roberto Malgesini, assassinato da un senzatetto, il quale da sempre si era prodigato per gli ultimi.

Insomma due splendidi modelli che fungono da esempio per le nuove generazioni di oggi, affinché non si verifichino più situazioni simili in cui un giovane ragazzo perda la vita in questo tragico modo.

LEGGI ANCHE: Dalla paura dell’acqua alla medaglia d’oro: bambino senza braccia supera tutto

E voi unimamme avevate letto di questa splendida notizia?

Per restare sempre aggiornato su notizie, ricerche e tanto altro continua a seguirci su GOOGLENEWS