Maestro fa scuola sotto le finestre di Napoli: è la didattica ai balconi

ULTIMO AGGIORNAMENTO 17:49
0
353

Un insegnante cerca di aiutare i bambini campani che non possono andare a scuola per la chiusura.

maestro quartieri spagnoli
fonte adobe stock

Unimamme, come forse saprete le scuole campane sono chiuse per decreto del governatore De Luca e i bambini e i ragazzi sono tornati alla DAD.

Insegnante volonteroso in Campania: la vicenda

In questo scenario c’è però un insegnante che non si è arreso e vuole mantenere un contatto, pur nel rispetto di tutte le norme, con i suoi alunni.

LEGGI ANCHE: SCUOLE CHIUSE IN CAMPANIA: LA PROTESTA DELLE MAMME HA SUCCESSO

Il maestro Tonino Stornaiuolo, dicevamo, è andato nei vicoli dei Quartieri spagnoli, sotto la casa dei suoi allievi per leggere e spiegare Gianni Rodari.

L’insegnante ha letto: “Telegramma” e “La fuga di Pulcinella”, due testi il cui tema è quello della libertà. Agli alunni che ascoltavano dai balconi si sono uniti anche i genitori e così la lezione è diventata un momento di gioia collettivo.

insegnante scuola dai balconi
fonte Tonino Stornaiuolo – Facebook

Ecco che cosa ha scritto questo incredibile maestro dal suo profilo Facebook: “La situazione attuale è delicata e seria, ma noi dobbiamo mostrare ai bambini che le difficoltà, insieme, possono essere superateNon ho tante altre parole perché ancora frastornato dalle emozioni e dagli occhi dietro le mascherine…Di necessità virtù“.

LEGGI ANCHE: CONTAGI NELLE SCUOLE: TUTTE LE CIFRE REGIONE PER REGIONE

Nel post il maestro ha detto di aver adottato la dab, cioè la didattica dai balconila bellezza di vedere i bambini felici, di narrare con e per loro…nelle strade, nei vicoli dai balconi… L’emozione e la gratitudine dei genitori era incontrollabile, ma sono io che ringrazio loro. .Non ho tante altre parole perché ancora frastornato dalle emozioni e dagli occhi dietro le mascherine…””.

Stornaiulo non ha improvvisato la sua iniziativa, ma ci stava già pensando da un po’ di tempo. Ha spiegato che la scuola dove lavora cerca di proporre forme di insegnamento alternative. Il professore e i colleghi stavano lavorando su Gianni Rodari in occasione dei 100 anni dalla nascita, il prossimo 23 ottbre, quando è giunta la notizia della sospensione delle lezioni. A quel punto i bambini gli hanno indirizzato messaggi rattristati e così lui ha deciso di intervenire. “Ho deciso di fare qualcosa per loro e per me, perchè la mia paura era quella di non poter vedere i bambini per 5 o 6 mesi, come già successo, non volevo accettarlo”.

LEGGI ANCHE: CORONAVIRUS: “LA SCUOLA DEVE RESTARE APERTA”, VOCI CONTRO LE CHIUSURE

La dirigente Rachele Furfaro appoggia completamente l’iniziativa assicurando che la scuola è un luogo sicuro per i piccoli e che la decisione di chiudere gli istituti è un boomerang. Per giovedì 22 ottobre è in programma una staffetta di lettura: “Dai balconi ai tetti in nome di Rodari” a cui sono invitate tutte le scuole di Napoli.

maestro quartieri spagnoli (1)
fonte adobe stock

Unimamme, cosa ne pensate di quanto raccontato su Repubblica?

 

Per restare sempre aggiornato su notizie, ricerche e tanto altro continua a seguirci su GOOGLENEWS.