Salute della vagina: come capire se è sana? Lo spiegano gli esperti

La salute della donna passa anche per le sue parti più intime. Scopriamo come capire se la vagina sta bene.

salute vagina
Foto da Unsplash

La salute della vagina è importante. Prendersi cura delle proprie parti intime è fondamentale per evitare problemi futuri. Per vivere una vita sessuale serena, evitare infezioni e rischi in gravidanza o se si vogliono avere figli sono importanti una corretta igiene, regolari visite mediche e prestare attenzione ai segnali del corpo.

C’è chi si è posto una domanda che è molto imbarazzante, ma che ha a che fare con la salute della vagina: che odore deve avere?

Salute della vagina: l’odore è importante per capire se è sana

Ogni vagina, infatti, ha il suo odore dovuto ai batteri presenti nelle parti intime, agli ormoni e ai feromoni.

L’odore è anche determinato dalla dieta, dalle abitudini igieniche e dal tipo di biancheria che si indossa.

È praticamente impossibile che una vagina sia inodore. Ognuna ha il suo ed è normale. Gli esperti affermano che di base l’odore è quello che viene emesso dal nostro corpo quando sudiamo. Una sorta di odore personale, perfettamente sano e normale.

Ci sono tuttavia dei casi in cui l’odore è indice di qualche problema, vediamo quando questa situazione si verifica.

La vagina di una donna è sana quando ha un odore leggermente pungente. La dottoressa Mary Jane Minkin M.D, professoressa di ostetricia, ginecologia e scienze riproduttive alla Scuola di Medicina dell’Università di Yale, spiega sul Mirror che è difficile spiegare come la vagina dovrebbe odorare, mentre è molto più facile capire quando qualcosa non funziona.

Una vagina non dovrebbe odorare come pesce marcio o come qualunque altra cosa marcia. Il cattivo odore è causato da vaginosi batterica. Ovvero dipende da uno squilibrio nei batteri, tra quelli buoni e quelli cattivi. I batteri cattivi sono quelli anaerobici, che tendono a crescere troppo e causano un pessimo odore

Ovviamente ci sono i periodi in cui la vagina può avere un odore diverso dal solito, più forte. Normalmente questo accade durante il ciclo mestruale e dopo un rapporto sessuale.

Bisogna poi ricordare che la vagina è autopulente e produce naturalmente dei residui o perdite per espellere i germi. Se questi residui cambiano di colore, probabilmente è segno che c’è qualcosa che non va. Le perdite normali vanno dal bianco al giallo, ma se assumono una colorazione grigiastra o verde allora non va bene. Meglio farsi visitare dal medico. A maggior ragione se è presente anche una sensazione di prurito.

Dopo avervi spiegato quando una vagina è sana e quando non lo è, vi lasciamo alcuni consigli su come mantenerla in salute.

Salute della vagina: le regole da seguire

Ecco alcune semplici regole e buone abitudini per mantenere la vagina in salute.

  1. Equilibrio batterico. Occorre ridurre gli alimenti che possono avere un impatto negativo sul vostro microbioma e quindi aumentare il vostro odore, come proteine animali, prodotto caseari e caffè. Mangiare cibi come limoni e verdure a foglia aiuta invece a mantenere un equilibrio batterico.
  2. Ricambio della biancheria intima. Cambiare tutti i giorni la biancheria intima ovviamente è importante, ma è altrettanto importante anche andare a dormire senza, almeno per metà del mese. In questo modo farete respirare la vostra vagina. Ricordatevi poi di indossare mutandine in cotone o fibre naturali, evitando il sintetico.
  3. Evitate prodotti aggressivi. Attenzione ai prodotti per l’igiene intima. Evitate quelli troppo aggressivi, soprattutto sali o creme profumate. Scegliete invece i prodotti che aiutano a bilanciare il ph.
  4. Controllate il vostro livello ormonale. Attenzione agli ormoni e ai problemi ormonali. Se ne soffrite sottoponetevi a regolari controlli e fate attenzione anche alla pillola anticoncezionale. La pillola, infatti, ha un impatto sugli ormoni e sul vostro microbioma e può determinare delle infezioni. Anche gli anticoncezionali come l’anello vaginale o la spirale possono creare problemi. In questi casi gli esperti consigliano di assumere degli integratori D-Mannosio, uno zucchero estratto dal larice o la betulla
  5. Attenzione al sesso. Prendetevi cura della vostra vagina anche nella vita sessuale, non stressatela e usate prodotti naturali per idratarla, come l’aloe vera.

In ogni caso prendete l’abitudine di controllare periodicamente la vostra vagina per verificare che tutto sia a posto. Per ogni dubbio c’è il ginecologo

Noi vi ricordiamo il nostro articolo sulla salute della vagina e le 10 situazioni che possono danneggiarla.

Che ne pensate unimamme? Voi vi prendete cura delle vostre parti intime? E lo avete spiegato alle vostre figlie?

VIDEO: Come curare e prevenire le infezioni vaginali?