Donna positiva al Covid partorisce e va in rianimazione: dopo un mese ha rivisto i figli

Una donna di Bari positiva al Covid partorisce i suoi gemellini, poi però viene ricoverata d’urgenza in terapia intensiva. La sua storia.

partorisce positiva al covid

Il Covid purtroppo non risparmia nessuno e molte donne in dolce attesa hanno contratto il virus dall’inizio della pandemia, con tutti i rischi connessi per loro stesse e per i loro piccoli. In attesa del vaccino, che a breve sarà somministrato a una parte della popolazione, si sta discutendo anche sulla possibilità di farlo alle donne in dolce attesa.

Sperando che questo Natale di restrizioni porti i suoi effetti e che la curva dei contagi si abbassi, storie come quella che vi stiamo per raccontare  possono far comprendere quanto sia importante affidarsi alle cure mediche e stare sempre sotto controllo.

Contrarre il Covid in gravidanza è ancora una esperienza di cui si sa poco a livello medico e scientifico e anche i rischi per mamma e bambino sono in fase di indagine. Ecco perché, in questo momento così delicato per la donna, bisogna contattare il proprio medico ai primi sintomi e seguire tutte le indicazioni che darà.

Donna positiva al Covid partorisce ma viene ricoverata in terapia intensiva

Luciana, una donna barese di 43 anni, ha fatto il primo tampone il 2 Novembre scorso ed è risultata positiva. Ricoverata in ospedale con i sintomi tipici del Covid, dà alla luce i suoi due gemellini il 6 Novembre, quattro giorni dopo il ricovero.

Subito dopo le sue condizioni di salute si sono aggravate e ha avuto necessità di essere ricoverata in terapia intensiva. Un decorso purtroppo tipico del contagio da Covid, una polmonite bilaterale che si è aggravata improvvisamente.

La donna, però, è stata curata con il plasma iperimmune e grazie alla professionalità e alla sensibilità del personale medico e sanitario, è riuscita a guarire in tempi rapidi. Merito anche della professionalità e della sensibilità del personale medico e sanitario che lei stessa ha definito “meravigliosi” e “instancabili“.

Dopo circa 20 giorni, le sue condizioni sono finalmente migliorate e la donna è stata dimessa. Finalmente, il 4 Dicembre, Luciana ha potuto rivedere i suoi figli.

Una storia con un lieto fine che riempie di gioia in un momento così triste, in cui molte famiglie purtroppo trascorreranno un Natale triste e luttuoso.

La storia di questa mamma che con coraggio ha affrontato la malattia e con forza ha combattuto per rivedere i suoi figli appena venuti al mondo, è un messaggio di speranza e di gioia per tutti. Questa famiglia, infatti, potrà trascorrere serenamente il primo Natale insieme.

Voi unimamme cosa ne pensate di questa storia a lieto fine?