Fiorello, il momento più difficile: “mi è crollato il mondo addosso”

Il fratello di Rosario Fiorello, Beppe, ha rilasciato un’intervista al Corriere della Sera in cui parla della sua famiglia, del padre e di Rosario, showman di successo.

 

Visualizza questo post su Instagram

 

Un post condiviso da Giuseppe Fiorello (@giuseppefiorello)


Beppe Fiorello ha avuto belle parole per la sua famiglia, in particolare, per Rosario, di cui ammira e apprezza la capacità di farti lavorare sempre in bilico, in attesa che cambi le regole del gioco. Poi rivela di aver deciso di salire sul palco quando il padre morì. L’evento così inaspettato e drammatico lo spinse a trovare la forza di vincere la sua paura, una giusta decisione alla luce del suo successo. Grazie al suo talento e al suo impegno, infatti, Giuseppe Fiorello si è guadagnato la stima del pubblico interpretando diversi ruoli per la televisione. A proposito di padri, è di questi giorni la notizia della morte del padre di Paola Perego.

Mio padre era un burlone. Il ricordo di Beppe, fratello di rosario Fiorello

 

Visualizza questo post su Instagram

 

Un post condiviso da Giuseppe Fiorello (@giuseppefiorello)

L’ostacolo più grande era rappresentato dalla sua timidezza che, a suo dire, gli rendeva impossibile esibirsi davanti al pubblico. Lo slancio è arrivato quando perse il padre quando era ancora molto giovane. A soli vent’anni, Beppe Fiorello parla di un ragazzo ancora in bilico tra decisioni e dubbi sulla sua vita e sul suo futuro. Sentendosi smarrito, ha trovato la forza nel ricordo del padre anche se, sottolinea, la madre è stata fondamentale. La perdita del padre lo costrinse a crescere più velocemente e a mettere da parte la sua timidezza e riservatezza per diventare un uomo. A proposito avete letto del grave lutto che colpito Gianni Sperti?

Oltre al legame forte, Beppe aveva anche una grande somiglianza con il padre, mentre il carattere era molto diverso. Mentre lui era più pacato rispetto al padre, più burlone, Rosario era divertente e giocherellone proprio come lui. Durante l’intervista, poi, Giuseppe Fiorello racconta dell’armonia e dell’allegria sempre presente in casa. A tenere alto l’umore ci pensavano proprio Rosario e il papà; mentre lui e l’altra sorella erano più pacati, infatti, Rosario e Catena erano più espansivi. Tra i ricordi più belli per il fratello di Rosario Fiorello ci sono sicuramente quelli attorno alla tavola, dove ci si riuniva per mangiare, ridere e cantare.

Proprio per ricordare il padre, Beppe Fiorello gli ha dedicato uno spettacolo teatrale che ha portato in tutta Italia, intitolato “Penso che un sogno così”. Proprio all’inizio del 2021, l’11 gennaio, Rai Uno trasmetterà l’adattamento televisivo e con lui in scena comparirà anche il fratello.

E voi unimamme, guarderete lo spettacolo di Beppe Fiorello?