Trapiantato dito del piede su una mano, bambino di 4 anni nella storia della medicina

All’Ospedale Infantile Regina Margherita di Torino è stato eseguito un intervento eccezionale su un bambino con gravi problemi di salute.

Ospedale Infantile Regina Margherita

L’equipe chirurgica che ha eseguito l’operazione è stata guidata dal dr. Bruno Battiston, direttore del Reparto di Chirurgia della mano al Cto di Torino. L’intervento ha visto anche la collaborazione del dr. Davide Ciclamini, Responsabile della Microchirurgia Ricostruttiva e dal dr Paolo Titolo a capo del Reparto di Chirurgia del nervo periferico.

L’intervento mai eseguito prima su un bambino di 4 anni

Intervento Ospedale Infantile Regina Margherita

Un bimbo di 4 anni, dopo un incidente, aveva subito una grave lesione del dito medio della mano destra determinando, di conseguenza, una difficoltà nella funzionalità dell’intera mano. Grazie all’uso di una tecnologia avanzata, con microscopio robotizzato, una parte del dito del piede è stato collocato al posto delle due falangi del dito che si era lesionato.

Quello in questione è un intervento mai eseguito prima al mondo e in cui si è utilizzato un  microscopio sperimentale, a guida robotizzata.

L’articolazione del piede, inclusa di tendine e tessuti molli, è stata trasferita al dito della mano, utilizzando un microscopio che ha permesso di collegare i vasi sanguigni delle articolazione della mano e del piede.

Leggi anche: INTERVENTO UNICO AL MONDO SU UNA MAMMA ALLA 21ESIMA SETTIMANA DI GRAVIDANZA 

Il bambino riprenderà l’uso della mano

Grazie al lavoro dell’equipe chirurgica, quando l’osso si sarà stabilizzato nella zona dove è stato ricollocato, il bambino potrà di nuovo muovere il dito e l’intera mano. Non solo, quest’ultimi potranno crescere nel tempo proprio come accade ad un vero dito di una mano in perfetta salute.

Da quanto dichiarato dal direttore generale del CST d Torino, Giovanni La Valle: “Si tratta dell’ennesima dimostrazione delle eccellenze medico e tecnologiche che contraddistinguono la struttura“.

La Valle ha proseguito sottolineando le capacità dei professionisti che hanno eseguito l’intervento, grazie ai quali si è potuto valorizzare una tecnologia che, se correttamente usata, può far ottenere risultati davvero importanti. Non è un caso, infatti, ha concluso Giovanni la Valle: “che questa apparecchiatura sia stata affidata in via sperimentale proprio alla nostra azienda”.

Leggi anche: LA STORIA DI CHLOE, A POCHE ORE DALLA NASCITA UN INTERVENTO LE SALVA LA VITA 

Unimamme cosa ne pensate dell’intervento effettuato dall’equipe medica dell’Ospedale Infantile Regina Margherita? Non trovate anche voi che eccezionale il lavoro svolto dai chirurghi della struttura?