Menù settimanale: come risparmiare tempo e denaro programmando la spesa

Il meal planning è la pianificazione del cibo che può fare risparmiare tempo e denaro alle famiglie. Ecco come fare un menù settimanale, con tanto di schema.

spesa supermercato
spesa verdure fonte Adobe Stock

Unimamme, oggi condividiamo con voi un bel suggerimento che potrebbe farvi risparmiare tempo e denaro.

Magari qualcuna di voi lo starà già adottando, mentre per altre potrebbe essere una piacevole sorpresa, qualcosa che potrebbe tornarvi utile.

Come fare il menù settimanale: da dove partire

famiglia fa la spesa

Stiamo parlando della cosiddetta pianificazione del cibo (meal planning in inglese) che consiste nel decidere con un certo anticipo cosa si mangerà nel corso della settimana.

Così facendo potrete fare la spesa solo una volta alla settimana, evitando di tornare più volte  e, magari, acquistando cose inutili. E’ davvero facile anche se il pensiero di farlo può spaventare.

Ecco cosa occorre:

  • un foglio diviso in giorni della settimana in cui scrivere il menù del giorno
  • una lista della spesa con tutti gli ingredienti necessari a preparare i menù stabiliti

LEGGI ANCHE: COME FARE LA SPESA IN SICUREZZA DURANTE L’EMERGENZA


Con la lista si va poi a fare la spesa, scegliendo gli ingredienti necessari con un occhio alle offerte. Attenzione però a non farsi “catturare” da promozioni che magari possono stravolgere troppo i piani e, soprattutto, mai andare a fare la spesa con la “fame”. Lo stomaco vuoto, si sa, può giocare brutti scherzi.

Importante è anche controllare la scadenza dei prodotti acquistati.

Per aiutarvi abbiamo predisposto un modello già completo di spazio per i menù quotidiani e con tanto di lista della spesa, che aggiungiamo alla fine: potete stamparlo (nelle opzioni scegliete il formato A4) e compilarlo ogni settimana.


LEGGI ANCHE: COME RISPARMIARE 1700 EURO PER LA SPESA: LA CLASSIFICA DEI SUPERMERCATI


Circa i menù, fondamentale è decidere quali carboidrati preparare, quali condimenti, quale tipo di carne o pesce, e, per una cucina salutare, quali verdure associare ad ogni pasto. Da non dimenticare anche frutta e qualcosa per merende e la colazione.

La varietà dei piatti è essenziale: pensate a pasti bilanciati ed equilibrati, e diversi perché è facile stancarsi di mangiare troppo spesso le stesse cose. Un trucco potrebbe essere di non buttare il menù settimanale appena terminato, ma di conservarlo per il mese prossimo o anche quello successivo. Se lo fate, vi ritroverete con il lavoro già svolto, sia come piatti da preparare che come lista della spesa da fare.

Come scegliere le ricette da inserire nel menù? Facile: sicuramente le vostre, ma se volete idee nuove, sono tanti i blog o le riviste di cucina. A noi piace ad esempio il sito Ricettasprint, perché tra i vari piatti suggeriti ne ha spesso alcuni molto semplici, veloci e buoni!

Un ultimo appunto riguarda la necessità di tenere a mente, nel compilare il menù settimanale, gli impegni vostri e dei vostri figli: nel giorno in cui ad esempio sapete che tornerete a casa più tardi prevedete ricette veloci o anticipatevi il lavoro. Oppure, sapete che il mercoledì, un giorno a caso, siete a cena da un amico o da un parente? Per quel giorno non programmate nulla.

Un piano settimanale permette non solo di risparmiare, ma anche di mangiare più sano.

Organizzandovi prima, infine, avrete molto più tempo a disposizione.

Unimamme, vi siete convinte? Ecco allora il nostro modello di menù settimanale:

menù settimanale
menu settimanale Universomamma

Fateci sapere se lo avete provato e come vi siete trovate.

Lascia un commento