Calci fantasma fetali, cosa sono e perché si sentono secondo gli esperti

A quanto pare dopo il parto è un fenomeno comune a molte donne sentire dei calcetti nel ventre, chiamati “calci fantasma fetali”, ma è normale? Le risposte degli esperti. 

mano sulla pancia

Una delle gioie della gravidanza è sentire dopo qualche mese i primi calci del bebè. Infatti questo momento così particolare, quando avviene, è davvero difficile da dimenticare. Un fenomeno che si protrae fino alla fine della gravidanza e spesso può capitare che si sentano anche dopo il parto.

Di questo evento così caratteristico ne ha parlato ultimamente anche Chrissy Teigen, la moglie di John Legend, che purtroppo è stata protagonista di una situazione davvero brutta: la perdita di un figlio.

La modella qualche mese fa ha perso il proprio bambino, un evento che ha segnato sia lei sia il marito. Per diversi mesi successivi la donna ha avuto ancora la pancia gonfia e sentiva dentro di sé ancora la presenza del bambino, tanto da percepire i suoi calcetti. Probabilmente ciò era dovuto anche all’endometriosi di cui soffre.

Insomma pare che siano tantissime le donne a immaginarsi ancora i calcetti del proprio bebè dopo una gravidanza.  E moltissime si svegliano nel cuore della notte proprio per aver avvertito una cosa simile.

Ma perché quindi si parla di calci fantasma fetali e che cosa sono?

Se dopo il travaglio doveste sentire ancora dei calcetti dentro il vostro ventre non spaventatevi, è una cosa comune a tante altre donne. Certo è possibile che molte mamme inizino a pensare che tali colpi siano sintomo di qualcosa che non va, ma molte volte non è così.

A dare un chiarimento sulla faccenda è stata la ginecologa texana Tiffany Woodus che ha definito questi calci come la continua percezione del movimento fetale nell’addome da parte della mamma su Helthline.

Secondo la ginecologa il fenomeno potrebbe interessare giorni, settimane, mesi e persino anni dopo il parto.

Al momento quali siano le cause che provocano queste sensazioni ancora non si conoscono, ma definire questi fenomeni anormali è poco conforme con il significato di gravidanza. Infatti ecco le parole della ginecologa Woodus a riguardo: “è difficile stabilire se queste sensazioni siano o meno normali, poiché non abbiamo una chiara comprensione di cosa siano o cosa le causi”

Il non avere una conoscenza relativa su questi calci fantasma è dovuta al fatto che per ora sono stati svolti pochi studi a riguardo.

Secondo un sondaggio online condotto da Disha Sasan e colleghi della Monash University in Australia, le donne possono sperimentare calci fetali fantasma per diversi anni dopo il parto, con una donna che sente questi colpi fino a 28 anni dopo il parto.

Delle 197 donne intervistate, il 40% ha dichiarato di aver sentito calci fantasma dopo il parto almeno una volta. In media, le donne intervistate hanno avvertito calci fantasma per 6,8 anni dopo il parto.

I ricercatori hanno anche scoperto che

  • il 25% delle donne descriveva l’esperienza come positiva,
  • mentre il 27% si sentiva turbata o confusa.

Nonostante il sondaggio fornisca degli ottimi risultati, Woodus afferma che è importante notare i molti limiti di questa ricerca. Innanzitutto, i dati si basano su un piccolo campione e non sono stati riprodotti. Inoltre poi un buon campo d’indagine sarebbe il ricordo, ma ancora inerente a ciò non è stato fatto nulla.

Calci fantasma post parto
Calci fantasma post parto

Calci fantasma fetali post parto: le teorie

Sebbene si sappia che alcune donne sperimentano calci fantasma, non si sa con certezza perché si verifichino. Tuttavia, gli esperti hanno alcune teorie che potrebbero spiegare la causa di questi misteriosi calcetti.

In gravidanza il corpo di una donna subisce diversi cambiamenti, cosa che interessa soprattutto la cavità uterina e l’addome dove aumentano i recettori nervosi.

Kecia Gaither, direttore dei servizi perinatali presso lo NYC Health + Hospitals / Lincoln ha spiegato: “Quando ciò accade, i recettori nervosi continuano a attivarsi o essere stimolati nella misura in cui il cervello pensa che ci sia movimento fetale – chiaramente anche quando nessuno è presente”.

Tali colpetti possono essere assimilati al dolore dell’arto mancante, cioè quando gli amputati continuano a provare sensazioni dopo che l’arto è stato rimosso.

Mentre il meccanismo dietro i calci fantasma è sconosciuto, i ricercatori ritengono che possa essere correlato a cambiamenti legati alla gravidanza a livello sensoriale o di propriocezione.

Ma cosa si intende per propriocezione? Questa è la capacità del corpo di percepire la sua posizione e i suoi movimenti senza il supporto della vista. Da ciò potrebbe derivare il fatto che i nervi dello stomaco, dirigendosi da soli, possono dare la sensazione di calci fantasma, anche senza il bambino.

Calci fantasma fetali: attenzione alla salute mentale

Gaither afferma anche che i calci fantasma sono causalmente correlati a un aumento del rischio di disturbi della salute mentale e, più specificamente, depressione e ansia.

A ciò si aggiunge anche il fatto che una neomamma potrebbe anche non aver recuperato del tutto dopo il parto, ecco le parole di Woodus: “Questa teoria suggerisce che il normale processo di rimodellamento che il corpo subisce per riportare i muscoli e il tessuto connettivo allo stato pre-gravidanza ottiene [scambiato per] calci fantasma”

Inoltre tali calci possono anche essere attribuiti alle normali funzioni del corpo.

“Con questa teoria, la madre incinta viene condizionata ad un accresciuto senso di consapevolezza del movimento fetale come indicatore della salute e del benessere fetale. Tuttavia, questo accresciuto senso di consapevolezza viene poi attribuito erroneamente dopo il parto alle normali funzioni del corpo, più comunemente alla funzione digestiva come il movimento dei gas intestinali “, aggiunge Woodus.

Quindi, in altre parole, quei “calci” che si sentono non è altro che gas, ma la mente è ancora così abituata ai calci del bambino che pensa che siano quelli.

Calci fantasma fetali: quanto dureranno?

Nessuno sa esattamente quanto possono durare i calci fantasma. Sulla base dei risultati del sondaggio della Monash University, in media, le donne possono provare questa sensazione per circa 7 anni dopo il parto.

Gaither consiglia a tutte le donne che stanno vivendo questa sensazione di rivolgersi al proprio medico per assicurarsi che non ci siano altri problemi.

Se tutti gli esami e i controlli hanno dato esito negativo, allora bisogna considerarli come una variante normale nelle donne che hanno avuto una gravidanza in passato.

In ogni caso i calci fantasma sono una sensazione ampiamente sperimentata davvero da molte donne. Nella maggior parte dei casi sono normali e non sono motivo di allarme. Ma se hai dubbi o hai solo bisogno di una rassicurazione da un medico esperto, fissa un appuntamento!

In merito a questo ci sono anche dei forum su internet – come Yahoo Answer – che parlano della questione, dal momento che in Italia non è un argomento ancora così diffuso.

E voi unimamme avete sentito dopo il travaglio dei calci fantasma?

Lascia un commento