Cereali da colazione, presenza di sostanze pericolose: le marche interessate

I cereali da colazione non sono tutti uguali, alcuni non hanno superato il test. A fare la differenza non è il prezzo.

Bambini che mangiano i cereali

Dopo lo studio fatto sulle marmellate che vengono date anche ai bambini ecco che ne è stato pubblicato un altro sempre su un prodotto usato in molto famiglie per la colazione.

La ricerca è stata pubblicata sulla rivista tedesca, Öko Test, che ha analizzato ben 50 marche di cereali, alcune molto famose, per andare ad individuare quali siano le migliori dal punto andando a valutare la possibile presenza di sostanze potenzialmente pericolose per la salute umana.

Le migliori e le peggiori marche di cereali per la colazione

Cereali da colazione

Tra le 50 marche di cereali per colazione, i cornflakes, ce ne sono molte che sono vendute anche nei nostri supermercati. Nella ricerca di sostanze tossiche si è andata a valutare la presenza di :

  • acrilammide,
  • pesticidi,
  • micotossine,
  • idrocarburi,
  • oli minerali

Inoltre si è valutata la quantità di sale e di zucchero. Lo zucchero è stato trovato a livelli contenuti, compreso tra meno di 1 gr nei prodotti non zuccherati fino a 11,9 grammi per 100 grammi nei Kellogg’s Special K Classic. Il sale invece era presenti in concentrazioni troppo elevate per dei cereali.

I risultati ottenuti non sono incoraggiati, sulle 50 marche solo 15, quindi molto meno della metà, hanno ottenuto il massimo dei voti, mentre altre 14 marche sono addirittura state valutate come “insufficienti”.

Le marche con il giustizio migliore sono:

  • Crownfield Cornflakes venduti alla Lidl
  • Knusperone Cornflakes venduti da Aldi,

Le marche con il giustizio “buono” sono:

  • Cornflakes Kellogg’s

Le marche con il giustizio insufficiente (ne sconsigliano addirittura il consumo) sono:

  • Kellogg’s Special K
  • Nestlé fitness
  • Nestlé Go Free
  • 2 prodotti della Schär (per celiaci).

La sostanza che è stata trovata in livelli troppo alti, su ben 18 campioni, è l’acrilammide, un composto riconosciuto come genotossico e cancerogeno, che può formarsi, in modo del tutto naturale, durante i processi di cottura ad alte temperature.

Trovate anche tracce di oli minerali in due marche: Vitabella cornflakes e fiocchi di cereali senza glutine Schär.

In conclusione, meglio scegliere dei cereali con meno sale e zucchero, integrali (ricchi di fibre) e con livelli di acrilammide bassi.

Voi unimamme con quali cereali fate colazione?

Lascia un commento