Obesità nei bambini: attenzione alla colazione

L’obesità nei bambini è un punto cruciale per il loro sviluppo. Attenzione a quello che consumano anche a colazione. Vediamo perché.Colazione sana per prevenine l'obesità

E’ risaputo che per affrontare al meglio una giornata che sia di studio o di lavoro è buona regola iniziarla con una colazione sana e nutriente. Fare colazione è un’ottima abitudine che si deve prendere già da bambini, meglio evitare di saltarla con il rischio di arrivare all’ora di pranzo super affamati o facendo numerosi spuntini mattutini.

La colazione non viene fatta sempre nel modo migliore, a frutta e yogurt si preferiscono merendine artificiali e latti con aggiunte molto caloriche. Un recente studio ha messo in evidenza come anche la colazione possa andare a favorire l’obesità nei bambini.

Colazione dei bambini, ecco come favorisce l’obesità: lo studioBambini a rischio obesità

Uno dei principali problemi dei bambini dei Paesi industrializzati è l’obesità. Sono ormai decenni che gli esperti, pediatri e nutrizionisti, puntano il dito contro un’alimentazione poco sana e squilibrata oltre a ribadire l’importanza di fare attività fisica anche quando si è piccoli. Importante scegliere lo sport giusto per ogni età.

Degli studi di due università spagnole hanno dimostrato come i bambini dell’aerea mediterranea, quindi anche i nostri, abbiano cambiato le loro abitudini alimentari soprattutto durante il pasto più importante della giornata, la colazione.

Gli studiosi della della facoltà di Scienze dell’informazione e della comunicazione dell’Universitat Oberta de Catalunya (Uoc) e del dipartimento di Comunicazione della Pompeu Fabra University di Barcellona hanno dimostrato che una colazione squilibrata è causa di obesità nei bambini. La colpa è data anche delle numerose pubblicità di merendine per la colazione che sono ricche di grassi e zuccheri. Quantità eccessive rispetto ai prodotti destinati agli adulti, come anche per i cereali per la colazione.

E’ stato dimostrato che nei prodotti pubblicizzati c’è un quantitativo di grassi e zuccheri pari al triplo di quello presente nei prodotti per gli adulti.

I risultati di due studi su obesità e colazione

Nel primo studio sono stati analizzati ben 330 spot di 117 tra il 2015 e 2019. Quello che è risultato analizzando i dati ha lasciato sconvolti e perplessi i ricercatori:

  • per gli adulti i prodotti pubblicizzati contenevano in media il 10.25% di zucchero
  • per i bambini i prodotti avevano il 36% di zuccheri.

Sotto inchiesta ci sono merendine, biscotti, bevande a base di latte al cioccolato, barrette energetiche, cereali e le sempre presenti creme spalmabili al cioccolato.

Il secondo studio si concentra sui mezzi che trasmettono le pubblicità. Al primo posto c’è la televisione, i bambini vedono molti cartoni animati e le pubblicità sono studiate per invogliarli. Il 39% delle pubblicità è dedicato a prodotti per colazione o merenda. Al secondo posto la radio con il 28%, poi internet con il 18% ed infine quotidiani, periodici e pubblicità in strada o al cinema.

I pubblicitari puntano su tre punti fondamentali:

  1. influenzare il piccolo pubblico con abitudini che difficilmente potranno essere modificate;
  2. pester power, i bambini desiderano tanto un prodotto da far si che i genitori cedano e lo acquistino;
  3. il prodotto anche se rivolto ai bambini una volata acquistato viene consumato anche dagli adulti.

Vi ricordiamo che l’obesità è un problema da non sottovalutare. Viene definita come una malattia cronica non trasmissibile. Per questo è importante prevenirla e non arrivare alla malattia vera e propria, alla quale poi si collegano altre patologie che posso insorgere anche nell’età adulta.

Voi unimamme come fate colazione, ma soprattutto come la fanno i vostri bambini?