Neonato guarisce dal virus dopo 8 giorni di terapia intensiva neonatale

Ecco come un neonato ha vinto il Covid-19 dopo 8 giorni di terapia intensiva neonatale. La storia condivisa dalla mamma.

neonato in terapia intensiva
Neonato in terapia intensiva

Ci sono storie che danno speranza e che trasmettono un messaggio. Quella del piccolo Pedro è una di quelle.

A raccontarla la mamma, una giovane donna di 35 anni che si è ammalata molto probabilmente in ospedale durante il parto.

LEGGI ANCHE: COVID IN GRAVIDANZA: LE CONSEGUENZE PER MAMMA E BEBE‘ 

Neonato guarisce dal virus, “abbiamo vinto una battaglia”: il racconto della madre per dare speranza

Pedro neonato guarito dal Covid
Pedro, neonato guardito dal Covid (Fonte: G1 Globo)

 

Pedro è nato il 2 aprile di quest’anno in un ospedale brasiliano. Alla nascita tutto è andato bene ma dopo 11 giorni dalla nascita è stato ricoverato in terapia intensiva neoantale per via della febbre alta.

La mamma, Patricia Rodrigues Mendes ha raccontato che la febbre non scendeva e quindi il bambino è stato ricoverato in totale isolamento ed è stato trattato con antibiotici.

Fortunatamente dopo 8 giorni, il 21 aprile il bambino è stato dimesso e ora è a casa. I medici hanno però consigliato ai genitori di tenerlo sotto controllo per altri tre mesi.

LEGGI ANCHE: NEONATO POSITIVO AL COVID: FORSE PRIMO CASO IN ITALIA

La mamma ha raccontato che sia lei che il marito si sono contagiati in ospedale e ha voluto raccontare la storia per allertare altri genitori e invitarli a fare maggiore attenzione.

Abbiamo vinto solo una battaglia contro il virus” ha raccontato questa mamma a G1 Globo, ammettendo di non aver capito come sia lei che il marito hanno contratto il virus.

Però racconta: “Ho avuto prima i sintomi, ma ho attribuito i dolori del corpo al parto, che era naturale, e ho attribuito il mal di testa e gli occhi alla sinusite. Dopo quattro giorni ho perso l’olfatto e il gusto, quindi ho creduto che potesse essere Covid-19“. Il marito oltre alla perdita di gusto e olfatto ha invece accusato tosse secca e dolore al corpo.

Il mio bambino ricoverato in ospedale è stato il dolore più grande che abbia mai provato perché all’inizio pensavo che sarei rimasta con lui ma non potevo perché avevo anche il coronavirus e non avevo un posto solo per noi due.

E a corredo della storia ha aggiunto:”Penso che le persone non prendano sul serio questo virus“. Ed è per questo motivo che ha voluto raccontare il peggior incubo che una neo-mamma può vivere: vedere il proprio figlio stare male e non potergli restare vicino.

E voi unimamme, che ne pensate della storia raccontata da questa mamma?

Pedro con i genitori
Pedro con i genitori (Fonte: G1 Globo)