Se si comporta così i segnali sono chiari: la vostra relazione è giunta al capolinea

Quando una relazione si dice ormai giunta al capolinea? Alcuni segnali che abbiamo dinanzi ce lo dicono chiaramente

Un turbinio di emozioni, sentimenti intensi e la voglia di scoprirsi e viversi a lungo termine insieme. Ma cosa succede se invece i segnali sono tutt’altri? Come capire se quei segnali sono indice di una relazione che sta volgendo al capolinea? L’amore è alla base di ogni relazione.

relazione capolinea
Relazione al capolinea: i segnali. Universo Mamma (Credits: Canva)

E’ l’elemento unificante ed anzi edificante senza il quale nulla potrebbe iniziare. E’ da questo sentimento che si decide di costruire qualcosa e rendere la storia importante. Altre componenti prendono parte alla struttura che regge la fortezza quali la fiducia, il rispetto reciproco. Le storie d’amore sono fatte di infinite sfaccettature. Nessuna storia è uguale all’altra. Ma c’è un elemento che le rende simili, l’amore che lega i due partner. Ma cosa succede quando questo sentimento, quando questa essenza primordiale all’interno del rapporto viene a scemare? Lì le cose si complicano. Perché comincia a mancare un perno fondamentale dell’intera struttura e la nostra ‘casa’ è pronta a crollare al primo passo falso.

Le cose cominciano a farsi difficili e cercare di risolverle appare sempre più complicato perché è alla base che qualcosa si è rotto. Alcuni segnali possono allora rivelarci se davvero la relazione è finita e quindi giunta al capolinea o possono essere un campanello d’allarme per dirci di mettere a posto le cose (qualora lo si voglia davvero).

I segnali parlano: come capire se una relazione è giunta al capolinea

I segnali di un partner innamorato si possono cogliere chiaramente, ma ahimè anche altri segnali possono farsi spazio e all’interno della relazione comprendere quelli che ci dicono che il rapporto sta cambiando e volgendo verso un triste epilogo non è sempre facile vederli, o accettarli.

  • Una cosa importante che bisogna cogliere è che nulla nella vita va forzato, specie le relazioni. Quando si ama, quando due persone si vogliono realmente nulla appare come una forzatura. Nel caso opposto invece, è bene  chiedersi in che direzione si sta andando o si sta portando la relazione, perché in quel caso ci sono un po’ di cose da rivedere.
  • L’inizio di una piccola discussione (tutte le coppie possono litigare, anche quelle che apparentemente possono apparire ‘perfette’ agli occhi di chi pensa che non litigano mai), degenera in una discussione più grande dove uno punta il dito verso l’altro ritenendolo il capro espiatorio di tutto. Beh anche in quel caso è bene definire nuovamente se si sta ancora parlando di relazione.
relazione capolinea
Relazione al capolinea: dolore per la coppia (Credits: canva) Universo Mamma

 

  • Comincia a subentrare la noia di trascorrere il tempo con il partner e si trova più interessante una birra con gli amici o un’uscita con le amiche invece che trascorrere del tempo di qualità con l’altro. Anche questo è indice di una relazione che sta evolvendo e non verso un felice epilogo. Attenzione, non stiamo dicendo che i due partner non debbano avere una vita sociale separata. Stiamo dicendo che quando la vita sociale separata comincia a prendere il sopravvento è bene rivedere le proprie priorità ed i propri interessi.
  • Quando i progetti di vita non riguardano più la coppia ma il singolo, anche in quel è necessario capire se il binario da percorrere per i due sia sempre lo stesso o se ahimè giungerà a destinazioni separate.

Sebbene sia doloroso, è fondamentale cercare di capire cosa fare. Il dialogo è sicuramente importante e può aiutare entrambi a capire che direzione prendere. Bisogna capire se c’è ancora la volontà di continuare insieme e riprendere il percorso di vita mano nella mano oppure se giunti ad un bivio le strade sono destinate a separarsi.