Se alla Vigilia vuoi cucinare il pesce ma non sopporti la puzza in casa ecco un trucco infallibile

Mancano poche settimane alle feste: se alla Viglia vuoi cucinare il pesce ma non sopporti la puzza in casa prova questo trucco infallibile

Siamo ormai agli sgoccioli, poche settimane e potremo finalmente festeggiare il Natale! Nei negozi, per strada, c’è già fermento e anche noi siamo presi dalla scelta del menu da portare a tavola. Da tradizione, in molte città italiane, alle Viglia non possono mancare determinate pietanze. Se alla Vigilia vuoi cucinare il pesce ma non sopporti la puzza in casa ecco un trucco infallibile.

pesce puzza casa
rimedio puzza pesce casa (credits pixabay) universomamma

Qualche tempo fa avevamo parlato della frittura. Un tipo di cottura amatissima perché rendere i nostri alimenti davvero squisiti e soprattutto perché è molto semplice e veloce. Anche in questo caso, però, detestiamo quell’odore intenso e pungente che finisce per inondare casa e, ovviamente, vi avevamo spiegato come rimediare senza troppa fatica.

In vista della Vigilia, invece, vogliamo suggerirvi un trucco furbissimo per risolvere il problema quando cuciniamo il pesce: resterete a bocca aperta, è semplicissimo.

Se alla Vigilia vuoi cucinare il pesce ma non sopporti la puzza in casa ecco il trucco che fa per te

Che si tratti di un semplice spaghetto, del baccalà fritto, di polpo o calamari, detestiamo quell’aroma intenso che una volta diffusosi in casa sembra non volerne sapere di sparire. E abbiamo provato di tutto, dal semplice arieggiare ai classici deodoranti per ambienti senza alcun successo!

Non disperate, non dovete rinunciare ai vostri manicaretti alla Vigilia di Natale per timore di fare una figuraccia con gli ospiti. Vi sveleremo un rimedio semplicissimo per evitare il problema: non vi costerà nemmeno un soldo!

puzza pesce cucinare
trucco puzza pesce casa (credits pixabay) universomamma

Cosa ci occorre? Un semplice pentolino con dell’acqua e una tazzina di ammorbidente. Tutto qui! Ciò che dovete fare è riversare l’ammorbidente, sì, proprio quello per il bucato, nell’acqua e portare il pentolino sul fuoco. Vi consigliamo di accendere a fiamma dolce già cinque o sei minuti prima di iniziare a cuocere le vostre pietanze a base di pesce.

Il vapore che si sprigionerà dal pentolino andrà ad assorbire e coprire ogni altro e, soprattutto, profumerà l’intera casa di fresco pulito. All’occorrenza, se l’acqua iniziasse ad evaporare, basterà aggiungerne dell’altra con un altro goccio di ammorbidente.

Una volta finito di cucinare, lasciate il pentolino sul fuoco ancora per una decina di minuti. In questo modo il profumo avrà modo di assorbire anche gli ultimi residui di fumo e cucinato e noi non dovremo preoccuparci di spruzzare deodoranti e simili. Questo metodo infallibile ci tornerà utilissimo soprattutto quando dobbiamo cucinare qualcosa al momento e non vogliamo che i nostri ospiti si ritrovino avvolti in una nuvola di cattivo odore. Provate una volta e ci ringrazierete!