Vai in pensione 5 anni prima! Ecco cosa dovresti assolutamente sapere

Quasi nessuno ne è a conoscenza, ma andare in pensione con un anticipo di ben 5 anni si può: ecco ecco i requisiti necessari per richiederla.

Accedere alla pensione 5 anni prima ti sembra un sogno? Conoscendo alcune regole al riguardo, potresti realizzarlo. Si tratta di una possibilità da non sottovalutare, soprattutto se non ami il tuo lavoro e se aspiri ad un’entrata economica spesso notevole. Sappiamo già che alcuni, come i dipendenti privati o chi ha bisogno di sostenere spese mediche di un certo livello, possono terminare anzitempo il rapporto lavorativo.

pensione devi saperlo
Andare in pensione prima (Credits: Canva) Universomamma

Non tutti sanno, però, che esiste una strada per ottenere l’erogazione di una quota di pensione addirittura 5 anni prima! Parliamo della RITA, ossia la rendita integrativa anticipata, destinata sia a lavoratori pubblici che a quelli privati. Ovviamente, ci sono dei limiti e delle restrizioni ben precisi per poter farne richiesta. Vale comunque la pena cercare di avere un quadro chiaro della situazione per essere certi di rientrare o no in tale gruppo di persone.

Cominciamo dicendo subito che la condizione essenziale è l’adesione ad una forma previdenziale complementare a contribuzione definita da minimo 5 anni.  Nel caso in cui si riesca ad ottenere questo vantaggio, sarà quindi possibili andare in pensione a soli 62 anni. O addirittura a 57 per coloro che sono disoccupati da oltre 24 mesi. Il requisito necessario è aver versato i contributi per almeno 20 anni.

Va da sé che è indispensabile la conclusione del rapporto lavorativo in questione, ma è importante sapere che non è vietato l’inizio di una nuova attività lavorativa. Ma la RITA conviene davvero? Cerchiamo di analizzare meglio questo aspetto.

Cosa bisogna sapere sulla pensione con 5 anni di anticipo

Questa opzione è sicuramente un’ottima opportunità per chi ha perduto il lavoro indipendentemente dalla propria volontà, ma è sempre meglio capire su quale terreno ci si sta muovendo per evitare di fare scelte affrettate. Va comunque precisato che la decisione può essere revocata in qualunque momento. Un punto su cui fare attenzione poi è che l’accesso alla RITA prevede che non si abbia in casa una somma di denaro che superi un limite ben preciso ed una certa rigorosità nell’invio delle cartelle esattoriali.

Bisogna infatti valutare di quale cifra si sta parlando e, riguardo questo punto, dipende da caso a caso. Il denaro erogato dipenderà infatti dagli accordi raggiunti. C’è poi la possibilità di richiederlo in un’unica soluzione oppure a scaglioni, lasciando in tal caso solo una parte disponibile che sarà poi erogata come pensione integrativa.

pensione anticipata
Pensione notizia imperdibile (Credits: Canva) Universomamma

Se anche voi vorreste anticipare il regime pensionistico, quindi, questi sono in linea di massima i dettagli necessari per cogliere al volo un’opportunità che può essere davvero preziosa.