Dolore al seno durante l’allattamento: cosa ti può aiutare (davvero) e renderti tutto più semplice

Cosa ti può aiutare a calmare quel fastidioso dolore al seno durante l’allattamento? Questo può renderti davvero tutto più semplice. 

Non solo la nascita del bebè, ma anche l’inizio dell’allattamento naturale è tra i momenti più preziosi che l’essere diventata mamma regala. È anche vero che sono davvero tantissime quelle persone che a questo, preferiscono l’allattamento artificiale, ma non si può affatto fare a meno di dire che sia l’OMS che l’UNICEF consigliano di gran lunga l’allattamento spontaneo almeno per i primi sei mesi di vita del piccolo. 

dolore seno allattamento rimedio efficace
rimedio dolore seno allattamento – universomamma

Chi ha sperimentato l’allattamento naturale, sa già di che cosa parliamo! Facciamo, infatti, riferimento a quel dolore che la mamma inizia ad avvertire al suo seno subito dopo il parto. Dapprima con un piccolo fastidio attorno al capezzolo ed, in seguito, con una sensazione di bruciore che si propaga, la neo mamma inizia a soffrire parecchio per questo spiacevolissimo inconveniente.

Appurato che avere il dolore al seno durante l’allattamento è una cosa che accomuna tantissime neo mamme, è bene che sappiate che se la situazione continua o degenera è di fondamentale importanza rivolgersi a qualcuno di esperto. A che cosa, infatti, si può andare incontro? E, soprattutto, com’è possibile risolvere questo fastidio? Scopriamo insieme tutto quello che occorre sapere.

Come risolvere il dolore al seno durante l’allattamento

Avere un leggero dolore al seno quando è il momento dell’allattamento, come dicevamo poco fa, è qualcosa di naturale. Questo, a quanto pare, è causato dal fatto che, dopo il parto, la pelle è particolarmente sensibile. Ed una continua suzione del piccolo potrebbe indebolirla ancora di più. Quello che, invece, non è affatto nella norma e per cui vi consigliamo un immediato consulto medico, è se il dolore continua col passare dei giorni e del tempo. In una situazione del genere, infatti, sarebbe meglio intervenire subito ed evitare conseguenze piuttosto fastidiose.

Quali sono le situazioni, quindi, che bisogna completamente evitare? E come si risolvono? Ecco cosa c’è da sapere:

  • L’inconveniente a cui si va incontro più spesso con l’allattamento naturale è questo: le ragadi! Come riporta il documento condiviso dal Ministero della salute nel 2019 ‘Allattare al seno: un investimento per la vita’, si tratta di ferite dolorose e sanguinanti causate da uno sbagliato attaccamento del bambino al seno. Una volta, quindi, che si è consultati uno specialista e si è ampiamente capito qual è il modo giusto per allattare, potreste curare queste ferire con creme o spray. Oppure, ancora meglio, applicarci sopra qualche piccola goccia di colostro, che ha grosse proprietà cicatrizzanti, antinfiammatorie e antibatteriche;
  • Si può ricorrere, però, anche nel cosiddetto dotto istruito. Questa situazione si verifica quando si presenta un vero e proprio ingorgo del dotto galattoforo a livello della mammella o del capezzolo. Qualora l’ingorgo fosse su quest’ultima parte del seno, si intravede chiaramente. Qual è la soluzione per risolvere questo problema? Ce ne sono diverse! Si può optare, infatti, per attaccamenti frequenti del bimbo, riposo assoluto della mamma o applicare impacchi e fare massaggi drenanti;
  • Situazione molto simile a quella precedente, è quella dell’ingorgo mammario. Come descritto dal Ministero della salute, si tratta di un inconveniente che deriva da una quantità eccessiva di latte, ma una sbagliata rimozione. In poche parole, la mamma produce tanto latte ma ne rilascia pochissimo. Anche in questo caso, sarebbe opportuna massaggiare la mammella per circa un paio di minuti. Oppure, gettarsi sotto la doccia e dirigere il getto d’acqua calda sulla colonna vertebrale;
  • Altro fastidioso inconveniente, è la mastite: solitamente associata a dolori, febbre e brividi, questa condizione è determinata da un latte ristagnato all’interno della mammella, facendola apparire rossa e calda. Oltre a farmaci ed antibiotici, prescritti ovviamente da qualcuno di esperto, è consigliabile allattare il più possibile, in modo da eliminare il ristagno di latte, e riposare.
allattamento dolore
dolore allattamento soluzioni – universomamma

Così come per il discorso legata alla spa, anche in questo caso vi consigliamo di consultare un medico prima di prendere qualsiasi tipo di decisione.