Fascia o marsupio? Attenzione a quale scegli, non fare questo errore

Fascia o marsupio, è questo il dilemma che i neo genitori affrontano: nella scelta sarebbe meglio fare attenzione a questo errore!

Nel momento in cui si diventa genitore, sono tante le domande che ci si comincia a porre. Soprattutto perché non si vuole far mancare nulla al proprio piccolo e si vuole fare in modo che abbia tutto il necessario di cui ha bisogno.

babywearing
Hai mai sentito parlare del ‘babywearing’? – universomamma

Già a partire dai mesi che precedono il parto, i neo genitori stilano una lista degli strumenti indispensabili per la crescita del proprio bebè. Nelle primissime fasi di vita del neonato sarà in primis la mamma a trascorrere la maggior parte del tempo con lui tenendo tra le braccia il suo pargoletto. Per accudirlo e provvedere alle poppate ed ai sonnellini. Avere sempre il proprio bebè in un punto visibile che permetta alla neo mamma di poterlo pertanto controllare di frequente, è di sicuro più rassicurante. C’è chi però, adotta un metodo antico ma ancora oggi molto in voga ed anzi molto apprezzato. Portare cioè il bimbo in fascia. Ebbene, è quanto viene a realizzarsi mettendo in pratica questo ‘rimedio’ che consente alla mamma o al papà, di restare a stretto contatto col bebè.

Questo gli fornisce così sicurezza e facendolo in tal modo sentire protetto. Portare il bimbo in fascia o nel marsupio è un ottimo modo per agevolare la mamma o anche il papà nello svolgimento di quelle azioni quotidiane che in altro modo avrebbe invece difficoltà a compiere se dovesse tenere il neonato continuamente tra le braccia. Per questo motivo si ricorre al ‘babywearing‘. Ti spiego di cosa si tratta.

Babywearing o ‘bimbo in fascia’: ne hai mai sentito parlare?

Sono già in molti ad essere ricorsi a questa pratica. Quella di portare il bimbo in fascia è infatti un’usanza che proviene da tempi addietro e che, scoperta la comodità e la sua praticità, è stata approvata da tanti neo genitori che da quando ce l’hanno non ne fanno più a meno. Provvedere a compiere le proprie faccende quotidiane o delle commissioni fuori casa portando il proprio bimbo in fascia o nel marsupio senza l’ingombro di dover trasportare passeggini et similia, è di sicuro comodo.

fascia marsupio bimbo
Fascia o marsupio per neonati – universomamma

Ma se per la scelta del passeggino ogni neogenitore è attanagliato da mille dubbi figurarsi quante sono le domande da porsi nel momento in cui ci si accinge alla scelta ed all’acquisto di una tipica fascia o del cosiddetto marsupio. No, non sono tutti uguali. Per questo motivo la scelta potrebbe rivelarsi più difficile del previsto. Ma niente paura. A questo proposito vogliamo guidarvi nella fatidica scelta esentandovi inoltre da un errore che sarebbe bene non commettere.

Bimbo in fascia, attenzione a questo errore

Appurato che si tratta di uno strumento che può rivelarsi molto utile per la mamma e per il papà, ci sono naturalmente anche dei vantaggi che il bebè può avere. Essere racchiuso in fascia a stretto contatto con il corpo della mamma fa sentire il piccolo al sicuro, ricreando quasi una condizione come quella che ha sperimentato quando era raggomitolato nel grembo materno. Questo permette al genitore ed al neonato di essere più uniti e di creare un legame ancora più intenso.

fascia neonato
Se non fai attenzione a questo dettaglio è un errore – universomamma

Tuttavia, è necessario fare attenzione non solo al suo utilizzo ma anche ad un dettaglio che sarebbe bene tenere a mente nel momento in cui provvediamo all’acquisto. Cosa dovremmo guardare durante la scelta e l’acquisto della fascia perfetta? Trattandosi di un tessuto che dovremo legare al corpo per racchiudere in fasce il piccolo, è essenziale che il prodotto non presenti difetti di nessun tipo e che sia quindi in perfetto stato. Questo significa che dovremo star attenti ad eventuali danneggiamenti che potrebbero essere presenti sul tessuto stesso.

E tu lo sapevi?