Credits: Daily Mail

La bambina con la sindrome dei capelli impettinabili. La storia di Wynter, 7 anni nata con una rara malformazione genetica.

Una sindrome particolare è quella dei “capelli impettinabili”. Ci sono bambini che hanno dei capelli che non si riescono a pettinare, a causa di una modifica genetica.

Avevamo raccontato già la storia di una bambina, Phoebe Brasswel che ha capelli aggrovigliati e piuttosto elettrici. La mamma ha provato di tutto, ma senza risultato: “Ogni mattina sono dritti in piedi completamente elettrici. Ho provato spray e altre cose per farli rimanere giù ma nel giro di 30 minuti sono di nuovo a punta”.

Oppure la storia di Taylor, anche lei ha la sindrome dei capelli impettinabili. La mamma della piccola, all’inizio, era preoccupata del futuro della figlia. In seguito ha creato anche una pagina Facebook per mostrare l’unicità, la bellezza della figlia e per aiutare chi si sente diverso ad abbracciare la propria unicità.

La storia di Wynter Seymour: la bambina con la sindrome dei capelli impettinabili

Wynter Seymour è una bambina di 7 anni affetta dalla sindrome dei capelli impettinabili. Come le altre bambine ha la stessa malattia che si pensa abbia avuto anche Albert Einstein. Vive nel Regno Unito, a Northallerton con i genitori e le sue sorelle maggiori.

Credits: Daily Mail

La sindrome è causata da una mutazione genetica che rende il fusto del capello a forma triangolare e non circolare. I capelli diventano difficili da sistemare con spazzola o pettini. Con il passare del tempo, di solito, la situazione può migliorare.

Come raccontato dal Daily Mail, la bambina era nata con dei capelli neri.

Credits: Daily Mail

In seguito è iniziata a spuntare una peluria bionda ed impettinabile. All’inizio, la mamma di Wynter, Charlotte, aveva pensato che fosse strano, ma credeva che alla figlia fosse destinata ad avere dei capelli con dei riccioli stretti: “Entrambe le sue sorelle erano bionde dalla nascita ed anche io quando ero piccola. Ma poi i suoi capelli scuri cominciarono a sparire. Questi ciuffi biondi e bianchi cominciarono ad arrivare e quando aveva nove mesi era completamente bionda”.

Credits: Daily Mail

Così non è stato, i capelli di Winter sono diventati sempre più difficili da gestire e Charlotte iniziò a pensare che le altre persone, vedendo i capelli della figlia, potessero pensare che non si prendesse cura della piccola.

Credits: Daily Mail
Credits: Daily Mail
Credits: Daily Mail

La donna ha provato di tutto per cercare di sistemare i capelli di Wynter. Ha usato olio per bambini, piastre per capelli, prodotti per capelli afro-caraibici e spray districanti, senza alcun risultato. Alla fine ha rinunciato anche perché era doloro per la piccola: “Wynter si arrabbiava, a volte piangeva perché i suoi capelli facevano male. Ha un cuoio capelluto molto sensibile”.

Charlotte ha iniziato a soprannominare Winter con il nome del protagonista della bambola assassina, Chuks. A tal punto Charlotte e Michael, il padre, hanno persino vestito Wynter come il personaggio del film horror di Halloween.

Credits: Daily Mail

Le sorelle maggiori, Savannah di 10 anni ed Esme di 9 anni non hanno la stessa sindrome della sorella più piccola.

Credits: Daily Mail

Gli effetti della patologia esplodono tra i 3 e i 12 anni e l’unica soluzione possibile è di tenere i capelli bagnati o intrecciarli.

Voi unimamme sapevate di questa particolare sindrome?