iStock

Un bambino di sei anni scappa di casa per recarsi da solo a scuola. I carabinieri lo hanno visto mentre camminava vicino l’autostrada in provincia di Modena.

Una storia curiosa, ma che per fortuna è a lieto fine è successa in provincia di Modena. Un bambino di soli sei anni camminava da solo ai bordi della tangenziale. Secondo le ricostruzioni dei Carabinieri, il piccolo era uscito da casa per recarsi a scuola.

Il piccolo aveva tanta voglia di andare a scuola che ha deciso di andarci da solo e di mattina presto. Questa storia è opposta a quella del bambino che era scappato da scuola perché aveva paura di affrontare gli esami. Anche in quel caso è stato provvidenziale l’intervento dei Carabinieri che hanno trovato, in poco tempo, il piccolo riportandolo a scuola dove i genitori lo aspettavano con impazienza.

Bambino di sei anni esce da solo: i Carabinieri esaudiscono il suo desiderio

Il bambino di questa vicenda, finita per fortuna bene, aveva tanta voglia di andare a scuola anche se l’anno scolastico era finito. Il piccolo di sei anni si è svegliato all’alba, si è vestito da solo ed è uscito di casa per andare a scuola. Alle 5,30 è stato fermato da una pattuglia dei Carabinieri di Carpi, in provincia di Modena, che lo hanno visto, con lo zainetto sulle spalle, che vagava da solo.

Come riportato da Il Resto del Carlino, i militari sono subito intervenuti per capire perché il piccolo camminava ai bordi della tangenziale Luosi. Il piccolo ha raccontato ai militari che è uscito da solo da casa, mentre i genitori ancora dormivano, per recarsi a scuola da solo.

I Carabinieri hanno subito preso in custodia il minore e si sono attivati per rintracciare la madre ed il padre. Nel frattempo, i genitori si erano svegliati e si erano accorti che il figlio non era in casa. Quando sono stati contattati dai Carabinieri si erano già attivati per le ricerche.

Gli uomini dell’Arma hanno verificato la veridicità della dinamica e delle dichiarazioni ed hanno così affidato il piccolo, che aveva tanta voglia di andare a scuola, ai propri genitori.

Prima di salutare il giovane studente, i carabinieri hanno esaudito una richiesta particolare che il piccolo gli aveva rivolto. Il bambino ha chiesto loro di poter scattare una foto mentre indossava il berretto d’ordinanza dei carabinieri, ed è stato accontentato.

Credits: Il resto del Carlino

Voi unimamme siete sicuramente contente che questa vicenda si sia risolta positivamente.