Bici rubata nel giorno del compleanno
Il piccolo David ed i Vigili. Credits: Repubblica

Nel giorno del compleanno ad un bambino è stata rubata la sua nuova bici. I vigili decidono di fare una colletta per rendere di nuovo felice il festeggiato.

Una bella storia di generosità arriva da Milano e vede come protagonista un bambino di sei anni. Al piccolo, proprio nel giorno del suo compleanno, gli rubano la bici nuova.

Gli agenti della Polizia locale decidono di fare una colletta e di comprargliene una nuova. Con la bici un bel biglietto: “Scusa per quella cattiveria che non sei riuscito a capire, scusa anche perché ha provato ad insegnarti che il mondo è dei furbi. Ma non è così”.

Bici rubata nel giorno del sesto compleanno: il bel gesto dei vigili verso un bambino

La vicenda è accaduta il 26 settembre, quando ad un bambino è stata rubata una bicicletta. La bicicletta era il regalo del suo sesto compleanno che ricorreva proprio quel giorno. A chiamare i vigili è stata la mamma del piccolo che, al vigile che interviene, racconta di non riuscire più a trovare la bici del figlio. La bici era parcheggiata davanti la scuola, ma poi è stata rubata ed il bimbo era inconsolabile.

LEGGI ANCHE > SIRACUSA: MAMMA RUBA LE SCARPRE PER I SUOI FIGLI, GLI AGENTI COMPIONO UN GESTO DI SOLIDARIETA’ – FOTO

L’agente che si trovava sul posto, per prendere la denuncia del furto, è rimasto molto commosso ed una volta tornato dagli altri colleghi racconta tutto. I vigili decidono di fare una colletta e di comprare al bambino, che era molto dispiaciuto, una bicicletta nuova.

Detto fatto, la bicicletta è stata donata al bambino insieme anche al berretto della Polizia Locale, un fischietto, una catena per legare la bici ed un biglietto con le seguenti parole: “Ciao piccolo grande uomo, qualcuno giovedì pomeriggio ha provato a rovinarti la giornata, ma non c’è riuscito. Ti chiediamo scusa noi perché ti ha rubato, oltre alla bicicletta, il tuo bel sorriso nel giorno del tuo compleanno. Scusa per quella cattiveria che non sei riuscito a capire, e scusa perché ha provato ad insegnarti che il mondo è dei furbi. Ma non è così. Il mondo è dei giusti e degli onesti come te. Ora hai un bolide nuovo, un bolide della polizia locale. Buon compleanno dai tuoi amici vigili“.

L’agente intervenuto: “Il piccolo era affranto, ma anche convinto che i vigili l’avrebbero aiutato. Non volevo deluderlo”

A Repubblica, l’agente che è intervenuto, Enzo Zaninelli, ha raccontato cosa era successo quel giorno. Al termine delle lezioni, il piccolo David si è accorto che qualcuno gli aveva rubato la sua bici nuova anche se l’aveva legata con una catena, rubata anche lei. L’agente del comando di Polizia locale di zona 6, mentre era in servizio fuori dalla scuola elementare dell’istituto comprensivo “Gino Capponi”, è stato avvicinato da una donna e dal figlio che gli ha detto: “Vigile, mi aiuti a ritrovare la mia bici?“.

Il Vigile ha poi raccontato che il bimbo era triste e della sua decisione di aiutarlo insieme ad altri suoi colleghi: “Mi sono sentito stringere il cuore, anche perché il bambino mi ha detto che era proprio il giorno del suo compleanno. Era affranto, ma anche fiducioso, convinto che i vigili l’avrebbero aiutato. Non me la sono proprio sentita di deluderlo. Non appena l’ho raccontato ai colleghi, hanno tutti fatto a gara per partecipare, così alla fine abbiamo contribuito in 12. Abbiamo contattato la madre di David e le abbiamo chiesto di accompagnarlo al comando, dove gli abbiamo fatto una sorpresa“.

Zaninelli ha concluso: “Il suo sorriso è la miglior risposta all’autore del furto. Chiunque sia stato così meschino dovrebbe vergognarsi“.

Voi unimamme eravate a conoscenza di questo bel gesto? Cosa ne pensate delle parole che i Vigili hanno scritto al bambino?